Home Pop & Life News

‘Live Drive In’: il progetto che vuole far ripartire i concerti

Grandi spazi, auto e megaschermi. Sono già molte città hanno aderito al progetto. E voi, che ne pensate? Rispondete al sondaggio che trovate in fondo all'articolo

Live Drive In manifesto

Il settore degli spettacoli e dell’intrattenimento è uno dei più colpiti dalla pandemia. Tutto fermo, bloccato, con migliaia di lavoratori che non sanno cosa ne sarà del loro futuro prossimo. A chiedere risposte sono stati tanti artisti, da Tiziano Ferro a Laura Pausini e Jovanotti. E ora, a distanza di qualche giorno, arriva anche la prima proposta di alcune aziende dell’entertainment: trasformare alcune location sparse per la penisola in “spettacolari drive-in attrezzati con mega schermi e palcoscenici per tornare a cantare come un’unica voce”. Il format nasce da un’idea di Utopia Srl, Zoo Srl, Italstage,e 3D Unfold, aziende che si occupano di produzione, allestimento e progettazione di eventi e tour.

Una proposta che vuole coinvolgere anche cinema e teatro e che ha già raggiunto uno stato avanzato di realizzazione. Le città che finora hanno aderito al progetto sono: Milano, Roma, Firenze, Torino, Bologna, Napoli, Verona, Catania, Genova, Bari, Cagliari, Cosenza, Mantova, Avellino, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Lido di Camaiore, Olbia, San Benedetto del Tronto e Palermo.

Un format del passato, quello del drive-in, che viene quindi rimodulato, quasi completamente ad impatto zero grazie all’utilizzo di generatori ad energia rinnovabile con bagni auto-igienizzanti e materiali ecosostenibili: un nuovo modo di fruire gli eventi e in cui gli autoveicoli saranno lo strumento sociale di una nuova con-partecipazione, che è allo stesso tempo tutelante contro il rischio di contagio.

Cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra rispondendo al sondaggio qui sotto: