Home Pop & Life News

Icardi, il reggaeton e le maglie dell’Inter

Abbiamo incontrato Mauro Icardi in occasione del lancio delle maglie in limited edition Inter X Nowhere F.C.

Inter x Nowhere F.C. è l’unica maglia nerazzurra che anche i tifosi di altre squadre indosserebbero. Un po’ più che una maglia da calcio, un capo di abbigliamento fighissimo, tra calcio e street culture.

Per creare quest’edizione speciale, Nike (fornitore tecnico della squadra di Milano) ha chiamato Nowhere F.C., ovvero i re della cultura calcistica underground di New York City, che hanno preso il calcio, pardon, soccer, e l’hanno fatto diventare un fenomeno di costume, since 2010.

Le t-shirt, che vedete qui sopra, nella mani di Maurito Icardi, Andrea Pinamonti e Roberto Gagliardini, sono state realizzate in due colorazioni “slavate”, personalizzabili con un servizio di Footbal concierge con toppe, patch e accessori.

Per l’occasione abbiamo incrociato Maurito Icardi proprio nel Nikelab st18 di Milano, per un rapidissimo scambio di battute su abbigliamento, musica e stile.

Quindi, queste maglie ti piacciono?
Certo, è una maglia sportiva, da calcio, ma che si può usare anche fuori. Per uscire, per andare a fare due passi… è un mix, è molto sportiva e molto moderna.

Come ti vesti fuori dal campo?
Mi piace vestirmi bene, certo. Ci tengo a scegliere le cose giuste per l’occasione. Sul campo poi deve decidere la lega e la squadra! Cambia ogni anno…

Sei appena tornato dall’Argentina. Cosa hai ascoltato in questi giorni?
Appunto, musica argentina. Reggaeton, cumbia… Però mi piace variare, sempre. Sono molto aperto. Ma sono appena tornato, come dici tu.

Anche prima della partita ascolti reggaeton?
No, prima dobbiamo caricarci: rock e cose del genere. Musica più potente per scendere in campo con il piglio giusto.

Leggi anche