Home Pop & Life News

Good to Earth: il nuovo calendario Lavazza per le buone notizie dal mondo

Ami Vitale e sei artisti internazionali hanno girato il globo per dare una nuova speranza alla natura

L'opera di Millo in Belgio
Sfoglia la gallery 13 Foto

Un viaggio intorno al mondo, alla ricerca delle belle notizie e del “riscatto” della natura: il nuovo calendario Lavazza 2019 si chiama proprio Good to Earth, ovvero quello che fa bene alla Terra.

Lavazza e Ami Vitale, fotogiornalista con anni di esperienza al National Geographic, sono partite insieme per sei diversi angoli del mondo, tutti con delle belle storie legate al rapporto con la natura. Dalla Colombia (dove proprio Lavazza si è impegnata con la Fondazione Giuseppe e Pericle Lavazza) fino al Belgio, dalla Thailanda alla Svizzera, Vitale e sei diversi artisti hanno raccontato cosa di buono succede in quei luoghi. Hula, Mantra, Saype, Gomez, Millo e Gerada hanno realizzato delle opere uniche di grandissimo formato, 100% a impatto zero.

«Dobbiamo smettere di pensare che il rispetto della natura sia un tema politico», dice Ami Vitale. «È un problema di tutti, il nostro legame con la Terra è fondamentale». Ed è giusto anche andare a parlare degli aspetti positivi, di quanto l’uomo stia facendo per salvaguardare il pianeta. «C’è una grande necessità di un’arte positiva, non fine a se stessa, ma capace di lasciare un segno, ispirare, smuovere le coscienze», dice Francesca Lavazza, curatrice del Calendario e membro del Cda aziendale.

«Ci sono tanti posti dove anche chi non ha niente riesce a fare dei piccoli miracoli in questo senso: penso all’Africa dove tanti piccoli villaggi lottano per ripopolare specie in pericolo, o anche la Cina, spesso vista come “il male” in senso ambientale, ma che è riuscita a salvare di fatto il panda gigante», continua Ami Vitale. «Andando in giro per il mondo si scoprono tante storie del genere. E far sentire la propria voce serve sempre!».

Leggi anche