Distinguished Gentlemans Ride, stile e dueruote per una buona causa | Rolling Stone Italia
Home Pop & Life News

Distinguished Gentlemans Ride, stile e dueruote per una buona causa

Con una Guzzi V9 Bobber siamo stati al raduno di moto più elegante di tutti

Milano, la Distinguished Gentlemans Ride del 24 settembre 2017

Milano, la Distinguished Gentlemans Ride del 24 settembre 2017 - Foto di Cristina Pertile

Non capita tutti i giorni di veder passare per le strade di una città un serpentone di oltre duemila (abbondanti) moto. Ancora di meno capita di vederne tante di tipo ‘special’ o ‘classic’, ma anche di altro tipo perché le rivalità tra generi e modelli è praticata su altri terreni, tutte assieme e riunite per la medesima causa. Una volta all’anno almeno, però, tutto questo capita grazie alla Distinguished Gentlemans Ride, ovvero il raduno itinerante organizzato a livello globale e da qualche anno anche in Italia, a scopo benefico: finanziare la ricerca sul cancro alla prostata. Durante la giornata selezionata per l’evento motociclistico, un vero e proprio raduno sui generis che per la sua edizione 2017 è andato in scena il 24 settembre in tutto il mondo, qualcosa come un totale di settantamila motociclisti hanno sfilato per le strade delle loro città indossando il loro outfit elegante (chi più e chi meno), distribuiti in seicento edizioni organizzate in più di novanta paesi al mondo. Obiettivo da raggiungere: 5 milioni di dollari da devolvere alla nobile causa.

Milano, la Distinguished Gentlemans Ride del 24 settembre 2017 - Foto di Cristina Pertile

Milano, la Distinguished Gentlemans Ride del 24 settembre 2017 – Foto di Cristina Pertile

 

Nato da un’idea di Mark Hawwa nel 2012, il DGR, questa è la sigla con cui l’evento è ormai riconosciuto a livello mondiale, ha avuto la sua prima edizione nel 2012 in Australia e da allora il numero degli iscritti e delle moto partecipanti sono andate aumentando di anno in anno, anche i Italia, dove l’edizione milanese è una di quelle che raccolgono la maggiore partecipazione. Per capire meglio lo spirito di questo evento tra motori e stile, noi ci siamo uniti alle oltre duemila moto di Milano, che dopo essersi radunate nell’ex area industriale a cavallo tra il capoluogo e l’ex Stalingrado d’Italia, Sesto San Giovanni, hanno monopolizzato parte della viabilità cittadina per una buona oretta, prima di fermarsi nuovamente alle porte della città per dissetare gli equipaggi, in gran parte agghindati a festa tra barbe, gilet e tweed a profusione, ma soprattutto per raffreddare i motori di tanti modelli ‘vintage’ messi a prova dal tira e molla della frizione nella guida cittadina di gruppo (e che gruppo).

Carlo Mandelli in sella alla sua Moto Guzzi V9 Bobbber, il nostro inviato alla Distinguished Gentlemans Ride del 24 settembre 2017

Carlo Mandelli in sella alla sua Moto Guzzi V9 Bobbber, il nostro inviato alla Distinguished Gentlemans Ride del 24 settembre 2017

L’occasione della Distinguished Gentlemans Ride, è stata per noi anche quella di provare la nuova Moto Guzzi V9 Bobber, la piccola custom della casa dell’aquila di Mandello del Lario, presentata solo qualche giorno fa anche nella sua versione speciale Open House, in total black e con apposito kit di accessori. A dire il vero, un lento corteo su dueruote nel bel mezzo della città non è proprio il modo migliore per capire il comportamento di una moto, ragione per cui, durante le ore prima e quelle successive all’evento, con la nera ‘novecento’ lariana e buona pace della casa madre, ci siamo spostati per le strade e per le prime colline brianzole, dove il motore nato sulle sponde di quel lago ricco di strade e curve si è trovato decisamente più nel suo ambiente naturale (così come il suo pilota, diciamocelo, che finalmente ha potuto aprire un po’ il gas). Risultato della prova: V9 Bobber più che promossa. Una volta abituati alla gomma sovradimensionata sull’anteriore (caratteristica della V9 Bobber, diversa nell’impostazione dalla sorella, ma non gemella, V9 Roamer), la Guzzi è un piacere da guidare tra le curve e anche sul dritto. La sicurezza in sella, poi, è una gran bella sorpresa che va di pari passo al divertimento dietro al manubrio.

Milano, la Distinguished Gentlemans Ride del 24 settembre 2017 - Foto di Cristina Pertile

Milano, la Distinguished Gentlemans Ride del 24 settembre 2017 – Foto di Cristina Pertile