Home Pop & Life News

“Bury Me With The Lo”, la curiosa incursione di Polo Ralph Lauren nel mondo hip hop

Come ci è finito il cavallino di Ralph Lauren nel rap? Un libro indaga questa sottocultura

Un'immagine del libro "Bury Me With the Lo On"

Un'immagine del libro "Bury Me With the Lo On"

È in uscita un libro, Bury Me With the Lo On, che documenta la sottocultura del mondo hip hop legata alla Polo Ralph Lauren.

Durante gli anni Ottanta, alcuni gruppi di giovani di Brooklyn hanno iniziato ad appassionarsi al marchio Polo Ralph Lauren, rubando o recuperando in altri modi capi di lusso dai grandi magazzini di New York per poi vivere, in realtà, una vita completamente diversa legata al mondo dell’hip hop, dando vita al fenomeno dei Lo-Life.

buryme_09

Ora, uno dei fondatori del movimento, Thirstin Howl, assieme al fotografo Tom Gould, hanno documentato l’influenza dei Lo-Life sul mondo del rap e della moda generale. Sono stati coinvolti nel progetto anche Raekwon, Just Blaze, Action Bronson. Action Bronson stesso ha caricato su Instagram un video in cui racconta il suo contributo al libro.

"We used to love to take pictures of ourselves dressed up." – Me —>BuryMeWithTheLoOn.com @tomgouldshoots

Un video pubblicato da Action Bronson (@bambambaklava) in data:

In Italia, il fenomeno ha avuto un’eco negli ultimi anni, grazie alla Dark Polo Gang, che hanno ripreso il tema del cavallino di Ralph Lauren in pezzi come Cavallini.