Home Pop & Life News

Arriva lo streaming di Apple, finalmente.
Ce lo racconta Trent Reznor

È stato presentato il servizio dell'azienda di Cupertino, Apple Music. Sviluppato non solo per iOS, partirà dal 30 di giugno al costo di 9 dollari e 99

Oltre trenta milioni di brani racchiusi in 9,99 dollari al mese.

È stato presentato ieri il progetto Apple Music, il servizio streaming dell’azienda di Cupertino. Sviluppato sulla tecnologia di Beats Music, il marchio di prodotti audio di Dr. Dre, combinerà streaming, download e radio tutto in un unico luogo. Con un’evoluzione social, Connect, che è stato presentato da Drake.

Oltre a Drizzy, sul palco è salito anche the Weeknd che si è esibito con una canzone inedita Can’t Feel my Face.

Qualche dettaglio in più? Il servizio costa 9.99 dollari al mese, con un periodo di prova gratuito di tre mesi. Dal 30 di giugno verrà lanciato su tutti i vari device Apple, mentre arriverà anche su Windows e Android quest’inverno (e questo è un colpaccio: è la prima app sviluppata dall’azienda anche per altri software).
Apple Music praticamente è un’evoluzione di iTunes, con accesso a tutto lo streaming on demand già presente nell’applicazione. Con l’aggiunta quindi di playlist, radio e consigli. Con anche la possibilità di integrare i music video (come ha deciso di fare anche Spotify, ricordate?)

A curare la radio, che si chiamerà Beats 1, ci sarà Zane Lowe, voce storica di BBC Radio 1, assunto a tempo pieno da Apple. Mentre su Connect, la parte social, sarà possibile condividere i propri profili con le scelte, le playlist e le canzoni preferite.

Un super riassunto lo trovate nel video qui sopra, raccontato da Trent Reznor.

Altre notizie su:  Drake The weeknd trent reznor