Home Pop & Life Motori

Quinta generazione di Clio che si rifà il trucco

La Renault più venduta al mondo si ripresenta in veste ‘atletica’

È la più amata del marchio della losanga in Francia come in tanti altri paesi ed ora Clio si rimette in gioco (e a nuovo) per la sua quinta generazione. Dalla sua prima apparizione nel 1990, di asfalto sotto le ruote della reginetta del segmento B della casa francese, ne è passato parecchio, così come i riconoscimenti e i premi di ogni sorta sono fioccati negli anni, tanto da convincere i francesi a proseguire instancabili nella saga titolata Clio, puntando ad una generazione più moderna e, per dirla con parole loro, più atletica. Insomma, dicono sempre in casa Renault, “la miglior Clio di sempre”.

Per non sbagliare, i francesi hanno seguito due parole d’ordine categoriche: evoluzione e rivoluzione. La prima delle due linee è quella che al di la delle Alpi hanno deciso di perseguire a proposito del design esterno, che cambia si nelle sue linee ma non stravolge quel profilo che tanto pare essere piaciuto anche nella generazione precedente, la quarta. In parole povere, la nuova Clio è più ‘scolpita’ e rimodellata soprattutto nel frontale, ma rimane riconoscibile anche al primo sguardo. La rivoluzione è invece quella he ha investito gli interni, con un abitacolo completamente ridisegnato e ispirato ai segmenti superiori, vuoi per qualità percepita e vuoi per la tecnologia (per intenderci, la stessa utilizzata per Megane o Espace). In termini di dimensioni, nuova Clio presenta una lunghezza di 4048 mm (- 14 mm rispetto alla precedente) e una larghezza di 1798 mm, ma nonostante ciò, risulta più spaziosa all’interno.

Con la nuova Clio debutta anche la variante RS Line, che va a sostituire per gradi la corrente GT-Line. Non di semplice cambio di nome trattasi, però, perché la versione ‘cattiva’ ha linee esterne più sportive e design interni con sedili sportivi con supporto rinforzato, inserti look carbonio, volante in pelle traforata, pedali in alluminio e rivestimenti neri punteggiata da impunture e bordi rossi. Per chi la vuole ‘più elegante’, c’è anche la variante Initiale Paris, ovvero la versione premium di casa Renault, già presente su numerosi modelli della gamma Renault come le sorelle maggiori Captur, Scénic, Talisman, Koleos ed Espace: all’esterno, Nuova Clio Initiale Paris si distingue per i dettagli cromati, le protezioni inferiori delle porte e la calandra. Dentro, sedili in pelle trapuntata e un volante pensato su misura.

Leggi anche