Home Pop & Life Motori

Le visioni di Lexus nella Venezia del ‘game changing’

Le nuove auto elettriche che hanno portato le star sul red carpet dimostrano l’innovazione del brand. In una Mostra coraggiosa che guarda al futuro

Anna Foglietta alla 77esima Mostra del cinema di Venezia

Anna Foglietta alla 77esima Mostra del cinema di Venezia

Cinema e automotive, da sempre insieme. Un matrimonio, quello della settima arte e le quattroruote, che fornisce spunti, idee, trame che si intrecciano e corrono insieme. Grandi film che ospitano al loro interno modelli unici, resi iconici proprio dall’unione tra il fascino delle linee delle vetture e l’emotività, la passione, l’essenza che solo il grande schermo, soprattutto quello magico ed esigente del Mostra del Cinema di Venezia, sa donare.

Tilda Swinton alla 77esima Mostra del cinema di Venezia

Tilda Swinton alla 77esima Mostra del cinema di Venezia

Il brand premium del gruppo Toyota, da 30 anni sul mercato, innova e guida un certo tipo di visione del mondo dell’auto, a volte ridefinendo i concetti di stile, bellezza e sensualità applicata alla meccanica e alla tecnologia. «La nascita del gruppo Lexus è una sfida. L’uomo al centro di un progetto – parola di Maurizio Perinetti, Direttore Lexus Division Italia – basato sull’innovazione delle quattroruote». L’obiettivo, sin dalla nascita di Lexus, è quello di realizzare auto di lusso ai massimi livelli di qualità e tecnologia, ispirata dalla filosofia giapponese di anticipazione delle esigenze del cliente e la capacità di combinare tradizione e innovazione. È per questo che, tra un’anteprima internazionale e l’altra, Lexus ha voluto presentare, accompagnando al red carpet attori di livello mondiale, la UX 300e, la prima vettura elettrica della casa giapponese. Un modello da 150 kW (pari a 204 CV), con un’autonomia di 400 km nel ciclo NEDC, più di 300 km nel ciclo WLTP. La UX 300e risponde alle necessità di creare un’auto per la mobilità del futuro a zero emissioni, unendo comfort, estetica e prestazioni di livello premium.

Lexus su questa visione ha costruito una storia di innovazione tecnologica e di design riuscendo a creare uno stile inconfondibile. È per questo che nella 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – La Biennale di Venezia, Lexus ha presentato anche la LC Convertible. Il perfetto sodalizio tra sportività ed eleganza che mostra il grande lavoro fatto da Lexus sul motore aggressivo, un V8 aspirato da 5,0 litri da 477 CV e 540 Nm di coppia, e sulle linee sexy e seducenti da cabriolet del segmento luxury più che premium.

Barbara Ronchi e Pierfrancesco Favino alla 77esima Mostra del cinema di Venezia

Barbara Ronchi e Pierfrancesco Favino alla 77esima Mostra del cinema di Venezia

«L’anno più importante, sicuramente il più particolare. Questo evento è di fatto il primo grande evento post lockdown aperto al pubblico. Volevamo fare un evento vero, rispettando tutte le normative, ma che fosse un evento concreto, tangibile e innovativo». Il cinema nasce per sorprendere, per innovare, per regalare emozioni. Quando ti trovi davanti a un capolavoro sai che stai vivendo un’esperienza, non stai semplicemente guardando una pellicola ed è esattamente per questo che da quattro edizioni Lexus è il compagno di viaggio della Mostra del Cinema di Venezia, perché quando guida un’auto così ti rendi conto che non stai solo guidando, ma stai vivendo qualcosa di unico, qualcosa che è stato immerso nello stile, nell’emozione, nell’innovazione, nella concretezza, nella tecnologia, nella visione e nella mentalità del marchio giapponese.

Altre notizie su:  lexus Venezia 77