Home Pop & Life Motori

La Formula E diventa sempre più italiana

Dopo lo spettacolo andato in scena a Roma la scorsa stagione, Geox ha deciso di partire verso una nuova avventura nel segno della tecnologia più avanzata

Ci ricordiamo bene lo spettacolo dell’anno scorso, tra monoposto che – nel silenzio del loro potentissimo motore elettrico – sfrecciavano per le vie più maestose di Roma, regalando al pubblico immagini mai viste prima, con la più alta tecnologia che accelerava davanti al Colosseo come se rappresentasse il racconto della storia dell’ingegno umano.

Ed è forse proprio da quell’immagine, dove la grandezza del passato faceva da sfondo al futuro della meccanica, che Geox ha trovato l’idea per debuttare nel mondo della Formula E con il team Geox Dragon. Il brand italiano, infatti, da sempre sinonimo di tecnologia, ha deciso di partire con questa nuova avventura nel mondo delle corse, diventando main sponsor di Dragon per i prossimi tre anni, con il debutto fissato sabato 15 dicembre a Riyadh in Arabia Saudita.

Jose Maria Lopez, pilota di Geox Dragon, ha dichiarato: «Sono estremamente entusiasta di gareggiare sul circuito di Ad Diriyah. Ho scoperto il tracciato sul simulatore. Le curve veloci e strette e l’elevazione ondulata si adattano al mio stile di guida». Il suo compagno di squadra, Maximilian Gunther, ha aggiunto: «Credo che il nuovo propulsore Penske EV-3 sarà adatto a questo circuito. Avendo lavorato con il team per sviluppare il pacchetto Penske EV-3, sono estremamente entusiasta di vederlo in azione quando la squadra scenderà in pista questo fine settimana».

«L’auto elettrica rappresenta una nuova era nella lotta contro l’inquinamento atmosferico – dichiara Mario Moretti Polegato Presidente di Geox. Fiat-Chrysler ha investito 6 miliardi nello sviluppo del motore elettrico e Mercedes ha appena annunciato un investimento di circa 20 miliardi nella ricerca sulle batterie che equipaggeranno in futuro questa tipologia di auto. Grandi case automobilistiche, come Audi, BMW, Jaguar o Renault-Nissan hanno scelto inoltre di sviluppare queste nuove tecnologie nelle competizioni partecipando al Campionato del mondo di Formula E. Accanto a queste realtà, note per la loro eccellenza in campo motoristico, ci sarà il team Geox Dragon che ha svelato ieri a Riyadh le sue due macchine e i due piloti che rappresenteranno il marchio italiano durante tutta la stagione».

Il proprietario e il presidente della squadra, Jay Penske, ha aggiunto che «L’apertura della stagione in Ad-Diriyah segna una pietra miliare per l’intera organizzazione e tutti i nostri stakeholder. L’intera squadra ha lavorato duramente in offseason per portarci a questo punto. Sono molto contento di questi sforzi e non vedo l’ora di vedere i risultati sul circuito».

Leggi anche