Home Pop & Life Motori

BMW Spezial: RnineT 719 e la personalizzazione alla tedesca

Il modello 'nudo' del marchio dell'elica portavoce del programma di personalizzazione

Premessa: la prima volta che mi sono avvicinato al mondo RnineT di BMW, l’ho fatto salendo in sella a Milano per guidare dritto fino a Garmisch, in Baviera, quindi non proprio la scampagnata della domenica pomeriggio al lago e dove ogni estate si svolgono i Motorrad Days, il raduno per eccellenza di tutti i biemvuisti d’Europa e non solo. Correva l’anno 2016 e da allora, il modello heritage per eccellenza del marchio dell’elica ha continuato ad evolversi. Oggi la ritroviamo nella sua ennesima versione, quella 719 Option che oltre all’anima della café racer al modo di BMW, porta con sé l’essenza di un altro modo di vedere la moto, ovvero quello della personalizzazione che da qualche tempo anche il marchio bavarese ha abbracciato.

Sotto la sella, il propulsore che è il cuore di tutto il progetto NineT, è lo stesso ed è quello che prende il nome dai novant’anni del Boxer bicilindrico che si festeggiavano proprio in occasione del lancio del modello più ‘nudo’ di BMW, che da quel motore nato nel 1923 si sarebbe ispirato per il motore ‘ad aria’ (con raffreddamento in verità mi sto aria/olio), poi aggiornato nel tempo alle nuove norme in fatto di emissioni. Motore a parte, la RnineT 719 che abbiamo provato è, nello specifico, la prova provata di quanto sia stato azzeccato da parte del marchio tedesco il lancio dei prodotti della gamma Motorrad Spezial, si, con la ‘z’. Di cosa si tratta? semplice: un universo di parti speciali prodotte direttamente da BMW per le proprie moto che possono così essere declinate nei più differenti modi, a seconda dei gusti e, nota non indifferente, non solo per RnineT che già di suo si presta, ma anche per le ‘touring’.

Insomma, se una volta erano solo i preparatori indipendenti a mettere mani ad estetica e sostanza delle moto di serie, adesso nel campo di battaglia della personalizzazione sono entrati anche gli stessi costruttori. Tutto nasce dal successo della RnineT, che ha fatto capire alla Casa bavarese lʼimportanza di questa tendenza, così da costituire una divisione che offre al cliente opzioni distintive per quel che riguarda il design, la valorizzazione delle prestazioni e altre customizzazioni esclusive ex fabrica, cioè fatte direttamente in fabbrica.

Sulle linee di produzione BMW Motorrad di Berlino, la sigla Option 719 si riferisce ad accessori unici e richieste esclusive, così che Option 719 Collection è un omaggio a quella tradizione che offre finiture di verniciatura elaborate a mano, design particolare e accessori confezionati come su richiesta in una boutique. Qui la boutique, sia chiaro, continua continua però ad avere l’odore di officina e le mani del ‘sarto’ sono meravigliosamente sporche di grasso e olio motore.

Carlo Mandelli

Leggi anche