Home Politica

L’informazione viaggia sempre più su TikTok

Non solo challenge e video divertenti: adesso su TikTok ci sono anche medici che smontano le fake news sanitarie, musei come gli Uffizi di Firenze e tentativi di sensibilizzare i più giovani

50 milioni di abbonati per Disney+. Nelle scorse settimane, mentre il Mondo iniziava a confrontarsi con la pandemia più cattiva del millennio, la multinazionale dell’intrattenimento per famiglie diramava un comunicato per dimostrare che la partita con Netflix non ha un vincitore annunciato. Gli amici di Topolino, in quei giorni giorni, non potevano immaginarsi dei cambiamenti che il momento storico avrebbe generato nelle dieta mediatica dei consumatori o aspiranti tali. 

Nell’ultimo mese – è notizia di queste ore – Tik Tok ha superato, nel mondo, i 2 miliardi di iscritti. Il tempo che i giovani passano sul social delle challenge è aumentato del 75%. I millennial passano su questo social lo stesso tempo che mediamente riservano a Netflix. 

Più tempo passi in una library di contenuti propri e di altri e meno vuoi rimanere incastrato in un unico genere. Per questo motivo sul social specializzato nelle challenge sta aumentando la divulgazione. I contenuti con sostanza sono premiati dalla stessa audience alle prese con le sfide lanciate da Jennifer Lopez . 

Sono arrivati su Tik Tok, con un proprio account, gli Uffizi. “Così come un giornale non è completo senza la vignetta e la caricatura della prima pagina, così anche un museo può fare umorismo”, sostiene Schmidt. “Serve ad avvicinare le opere a un pubblico diverso da quello cui si rivolge la critica ufficiale, ma anche a guardare le opere in modo diverso e scanzonato”.

Su Tik Tok c’è spazio per ogni tipologia di divulgazione, non solo quella artistica. Il social è diventato il canale privilegiato dei medici americani che ben prima dell’arrivo della pandemia in corso hanno iniziato a usare questo strumento, con video pregni di show, per fare chiarezza sulle fake news sanitarie che normalmente si trovano in rete. Solo in Italia, secondo Il Sole 24 Ore, 9 milioni di persone inciampano regolarmente in fake news sanitarie. Durante la prima settimana di lockdown le notizie false sono aumentate del 40%.

Gli utenti che faticano più di altri a distinguere una notizia falsa da una vera sono i millennial. Proprio per loro Jane Fonda, la spassosissima Grace di Grace and Frankie per tutti coloro che hanno meno di trent’anni, ha deciso di aprire un account Tik Tok. 

Attraverso una serie di video che altro non sono che l’evoluzione delle videocassette con le lezioni di fitness registrate agli inizi degli anni ’80 l’attrice nata nel 1937 prova a sensibilizzare i più giovani sulle instante dei #FridaysForFuture, i venerdì verdi di Greta Thunberg. Jane Fonda ha fatto sua una delle lezioni americane di Italo Calvino secondo il quale “la leggerezza non è superficialità ma la capacità di planare sulle cose dall’alto, riuscire a vederle meglio”.

Altre notizie su:  informazione social tiktok