Home Cinema News Cinema

La figlia adottiva di Steven Spielberg ha deciso di fare la pornostar

"Mi sono stancata di lavorare giorno dopo giorno senza avere soddisfazioni. Il mio corpo, la mia vita, i miei soldi, la mia scelta"

Ok, lo riporta il tabloid inglese The Sun che non è proprio la più affidabile delle fonti, ma a quanto pare la figlia adottiva del celebre regista, Mikaela Spielberg, 23 anni, ha deciso di lanciarsi in una carriera, per così dire, dall’altra parte della macchina da presa. 

Stando all’intervista concessa al Sun, Mikaela Spielberg avrebbe già cominciato a produrre video pornografici da sola e avrebbe fatto richiesta di una licenza da sex worker con la quale spera di trovare lavoro come spogliarellista. A suo dire, quando hanno scoperto i suoi progetti, i genitori sono rimasti “curiosi” ma non “arrabbiati”.

“Mi sono stancata di lavorare giorno dopo giorno senza avere soddisfazioni”, ha detto Mikaela. “Credo che facendo questo tipo di lavoro sarò invece in grado di ‘soddisfare’ altre persone”. “Il mio corpo, la mia vita, i miei soldi, la mia scelta. Non devo a nessuno la mia autonomia”, ha aggiunto.

Anche se dice di essere molto aperta dal punto di vista sessuale e di voler intraprendere questa carriera, Mikaela ha detto che non è comunque pronta a fare sesso con altre persone davanti a una telecamera per rispetto del suo fidanzato, il 47enne Chuck Pankow, che la supporta nella sua scelta.

Leggi anche