Home Pop & Life

Instagram chiederà l’età dei nuovi utenti

L'informazione non sarà pubblica, ma servirà a migliorare la sicurezza e l'esperienza di uso del social per i suoi utenti

Instagram ha finalmente deciso di applicare davvero la sua policy che permette solo ai maggiori di 13 anni di registrare un account – o comunque a chiunque affermi di avere almeno 13 anni. 

A partire da ieri il social, di proprietà di Facebook, chiederà la data di nascita al momento della registrazione di un nuovo account. “Chiedere quest’informazione ci aiuterà a impedire di stare su Instagram alle persone che non raggiungono l’età minima consentita, ci aiuterà a tenere al sicuro i più giovani e a fornire un’esperienza di uso più appropriata all’età degli utenti”, ha scritto Instagram in un post annunciando il cambiamento. Le informazioni sulla data di nascita degli utenti non saranno pubbliche. 

I termini e condizioni di utilizzo di Instagram prevedono già che per usare la app si debba avere almeno 13 anni, ma da quando è stata lanciata nel 2010 Instagram non ha mai chiesto ai suoi utenti di specificare quanti anni avessero. E per ora non lo chiederà nemmeno agli utenti già registrati – che sono circa 1 miliardo. 

La decisione di Instagram arriva in un momento in cui i social che usano dati di persone minorenni sono sotto i riflettori. Il Children Online Privacy Protection Act proibisce di raccogliere dati personali di minori di 13 anni e lo scorso settembre YouTube ha dovuto patteggiare una multa di 170 milioni di dollari per averlo violato. Qualche mese prima anche la popolare app cinese TikTok ha dovuto pagare una multa da quasi 6 milioni di dollari in un caso simile. 

Instagram ha detto che nei prossimi mesi userà i dati sull’età dei suoi utenti “per creare delle esperienze più adatte, come campagne di educazione sul modo di usare gli account e impostazioni sulla privacy adatte ai più giovani”.

In un altro cambiamento inteso a migliorare la sicurezza sulla app, Instagram ha deciso di aggiungere la possibilità per i suoi utenti di controllare chi può mandargli DM e di riceverli solo da persone che seguono. “Chi attiverà questa funzionalità non riceverà più DM o risposte alle storie dalle persone che non segue”, ha affermato Instagram.

Altre notizie su:  facebook instagram privacy social