Home Pop & Life

Giorgio Poi e Manitoba, storie di determinazione e passione cantate dal vivo per Wild Turkey

Sono artisti indipendenti che si sono affermati senza scorciatoie e compromessi. Per questo motivo, lo storico marchio di bourbon americano li ha voluti tra i protagonisti di Wild Stories Unplugged

Giorgio Poi Wild Turkey

Giorgio Poi

«Alle scorciatoie preferisco le strade panoramiche perché non sono le più veloci, ma le più belle» dice Giorgio Poi, uno di quelli artisti che, negli ultimi anni, ha davvero contribuito a ridisegnare la mappa della musica italiana.

Cantautore e produttore con un bagaglio di esperienze accumulate anche all’estero, sa bene cosa significa fare le cose nel modo giusto, andando sempre nella direzione giusta: The Right Way, come insegna uno dei capisaldi del mondo Wild Turkey, lo storico brand di bourbon americano che ha voluto proprio Giorgio Poi per uno degli episodi di Wild Stories Unplugged, serie di live acustici che vede protagonisti i migliori musicisti indipendenti italiani.

E Giorgio Poi, per la propria performance al cocktail bar Gerico di Milano, ha scelto di cantare e suonare La musica italiana, singolo scritto insieme a un altro fuoriclasse del cantautorato indipendente – Calcutta – e proposto in versione voce e chitarra acustica, un brano che colpisce dritto al cuore proprio perché nato, come tutti i suoi brani e tutta la sua carriera, nel modo giusto.

«Nella musica non esistono destinazioni», spiega Giorgio Poi, «ma solo passi successivi. E le scorciatoie sono solo un’illusione». E infatti, passo dopo passo e senza imboccare scorciatoie, seguendo l’unica direzione possibile – The right way – la musica italiana è proiettata verso il futuro, anche grazie a lui.

Non amano le scorciatoie neanche i Manitoba, la band formata nel 2014 da Giorgia Rossi Monti e Filippo Santini. E tutto ciò che hanno conquistato finora è frutto della loro determinazione, dal primo album Divorami del 2018 alla partecipazione a X Factor nel 2020 nella categoria gruppi guidata da Manuel Agnelli.

Manitoba Wild Turky

Manitoba

Per questo motivo, Wild Turkey ha scelto anche loro tra gli artisti al centro di Wild Stories Unplugged: al cocktail bar Sottovoce Speakeasy di Bergamo, i Manitoba hanno suonato Si ritorna a casa, pezzo in cui la voce di Giorgia e la chitarra e i cori di Filippo cantano proprio “resteremo in piedi, non contano i discorsi nei momenti neri…”.

«Non crediamo si possa sopravvivere nella musica senza determinazione», dicono i Manitoba: «È l’unica cosa che ti può tenere in vita ed è un valore che abbiamo ereditato dagli artisti che ci piacciono di più, quelli che sono riusciti a emergere dopo un percorso magari tortuoso, come Franco Battiato o Leonard Cohen».

Crafted with conviction è uno dei valori di Wild Turkey ed è un’attitudine che contraddistingue il lavoro dei Manitoba. Ogni loro canzone è forgiata con profonda convinzione, parole e musica messe insieme come un fino prodotto d’artigianato: «Alla fine una canzone la costruisci con le mani. Scriviamo ancora i testi sui fogli di carta. Quando cogliamo l’ispirazione per il pezzo ci sentiamo artisti, ma poi diventiamo artigiani, apriamo la canzone e la guardiamo dentro, come fosse un oggetto». Un oggetto, un’opera d’arte.

Qual è il segreto di un brano come Si ritorna a casa, proposto per Wild Stories Unplugged in versione più spoglia rispetto all’originale, ma altrettanto toccante? «Se una canzone funziona bene con mille arrangiamenti, ma poi non rende in unplugged, ti devi fare qualche domanda», spiegano i Manitoba: «Così, in unplugged, Si ritorna a casa è ancora più bella ed emozionante».

Giorgia e Filippo sono fieri dell’indipendenza artistica dei Manitoba e hanno ben chiaro l’obiettivo da centrare: «Ci piacerebbe essere capiti nella nostra stranezza, diventare popolari conservando la nostra indipendenza. Possiamo farlo con la nostra determinazione, e il passare del tempo lo dimostrerà».

La musica italiana di Giorgio Poi e Si ritorna a casa dei Manitoba interpretate per Wild Stories Unplugged sono uno scorcio affascinante della musica indipendente italiana, belle canzoni nate dall’estro di artisti autentici, guidati da audacia e passione, gli stessi valori che hanno fatto di Wild Turkey un marchio storico del bourbon americano.

Altre notizie su:  Wild Stories Unplugged