Home Pop & Life

Anche Banksy ha omaggiato George Floyd e sostenuto le proteste

E l'ha fatto a modo suo, ossia con un'opera di Banksy, postata sul suo profilo Instagram, il cui simbolismo è abbastanza esplicito

Mentre negli Stati Uniti continuano ormai da più di una settimana le proteste per la morte di George Floyd e il razzismo sistemico, anche Banksy si è schierato. E l’ha fatto a modo suo, ossia con un’opera di Banksy, postata sul suo profilo Instagram. 

La prima foto è un dettaglio: una foto di una figura nera incorniciata, una candela. La seconda foto è più ampia e mostra che si tratta di un altare alla memoria e che la candela ha dato fuoco a una bandiera americana appesa sopra la scena. Il simbolismo con la morte di Floyd e le proteste che ha scatenato è piuttosto esplicito. 

Nella terza foto, nera con un testo scritto in bianco, Banksy ha spiegato i motivi che l’hanno spinto a prendere posizione: “Sulle prime pensavo di tenere la bocca chiusa e lasciare che fossero i neri a intervenire sulla questione. È il loro problema, non il mio. Ma poi mi sono detto: le persone di colore vengono ignorate dal sistema. Il sistema bianco. Come una tubatura rotta che allaga l’appartamento di sotto. Il sistema rotto rende la loro vita miserabile, ma ripararlo non è compito loro. Non possono, perché nessuno li farà entrare nell’appartamento al piano superiore. È un problema bianco. E se i bianchi non lo riparano, qualcuno verrà al piano di sopra e sfonderà la porta”.

Leggi anche