Amazon Echo Show apre le porte dell’intrattenimento | Rolling Stone Italia
Home Pop & Life

Amazon Echo Show apre le porte dell’intrattenimento

C'è stato un tempo in cui ad Alexa si chiedevano al massimo le previsioni del meteo. Ora potete ascoltare la radio, i podcast, guardare le serie TV e farci praticamente tutto quello che vi pare. Pure un'ottima carbonara.

«Buongiorno Alexa, quali sono le previsioni del meteo?»: se questo è il livello delle vostre conversazioni con l’assistente vocale Amazon, questo articolo potrebbe fare al caso vostro.

«Lavoro su tutta quella parte che fa sembrare Alexa una tua amica, che ne sviluppa la personalità» ci racconta Giacomo Costantini, Senior Business Development Manager di Amazon, che fa parte di un vero e proprio team personality che ha reso creato la versione italiana di Alexa, con opinioni, idee e attenzione su tematiche a rilevanza nazionale.

Caratteristiche che si sono rese ancora più fondamentali con l’uscita dei nuovi modelli Echo Show, dotati di uno schermo che vi segue ascoltando la vostra voce. Schermo che diventa non solo quindi un luogo dove capire se uscire con l’ombrello o meno, ma che è a tutti gli effetti la porta d’accesso a tutto l’intrattenimento possibile. Radio, podcast, serie TV, news. Basta scegliere l’app e il gioco è fatto.

«Tra i meriti di Alexa c’è quello di aver riportato le radio nelle case», continua Costantini. «Ed è a tutti gli effetti il modo più semplice per accedere, oltre alle funzioni classiche, all’intrattenimento di ogni tipo». Dalle ricette passando per l’app per scegliere il vino.

Ed era normale che, con l’arrivo dello schermo, arrivassero anche i primi contenuti editoriali creati ad hoc. Come le Pillole di Musica, brevi video in cui si raccontano aneddoti e storie dei musicisti e delle canzoni che hanno cambiato la storia.

«Ci piaceva piaceva pensare a come avvicinare l’ascolto di musica a un contenuto più informativo. Ci sono edizioni speciali, come quella che abbiamo creato durante il festival di Sanremo. L’obiettivo è abbinare un contenuto editoriale a quello che è l’ascolto di musica tradizionale». E se il device è diventato uno dei principali modi di ascoltare musica, parliamo di numeri: da quando esiste Alexa in Italia (fine 2018), sono state riprodotte oltre 250 milioni di ore di musica in streaming, pari a 30 mila anni di ascolto. Le canzoni più richieste? Non vi stupiranno:
Musica Leggerissima di Colapesce e Di Martino, l’intramontabile Baby Shark e Lady di Sangiovanni.

Ma, appunto, Alexa non è solo musica. Ogni giorno gli italiani interagiscono mediamente 2 milioni di volte con il device per gestire l’illuminazione delle proprie case. «È uno scenario in crescita, con le prime aziende che stanno mettendo in commercio gli interruttori smart che possano rendere ancora più semplice l’utilizzo di Alexa», continua Costantini.

4500 skill vocali, si era partiti da poco più di 400, che rendono la vita un po’ più semplice. Anche se siete delle schiappe in cucina: grazie al video, seguire le ricette di GialloZafferano è semplicissimo. Quella più richiesta? La carbonara, chiaramente.