Home Politica

Una complottista di QAnon è stata eletta al Congresso americano

Marjorie Taylor Greene, eletta ieri in Georgia, è convinta che i Democratici siano dei pedofili satanisti che bevono il sangue dei bambini per restare giovani

Screenshot da uno spot elettorale

Mentre attendiamo di sapere i risultati definitivi delle elezioni americane, con la vittoria di Joe Biden che sembra sempre più vicina e Donald Trump che minaccia una battaglia legale, ci sono i primi risultati delle elezioni per il Congresso. E tra questi ce n’è uno non particolarmente buono: l’elezione della prima sostenitrice della teoria del complotto QAnon – secondo cui gli Stati Uniti e il mondo sono segretamente governati da una cricca di pedofili assassini che rapisce bambini per berne il sangue in modo da rimanere giovani, e che Donald Trump ha cercato di smantellare durante la sua presidenza – al Congresso americano. 

Si tratta di Marjorie Taylor Green, 46 anni, un volto nuovo della politica nonché espressione diretta della teoria del complotto. Due mesi fa lo stesso presidente Trump l’aveva salutata come “una futura stella” del partito Repubblicano, a dimostrazione del fatto che il trumpismo e il complottismo sembrano sul punto di scalare definitivamente il Grand Old Party. 

Marjorie Taylor Green si definisce “pro-Dio, pro-vita, pro-armi, pro-Trump” e la sua campagna elettorale era stata portata avanti con lo slogan “Salvare l’America, fermare il socialismo”. Uno spot elettorale diventato virale la mostrava pesantemente armata alla guida di una jeep, e poi impegnata a sparare.