Home Politica

Tutte le cose che non volevamo sapere ma ora sappiamo su Mario Draghi

Qual è il suo piatto preferito? Chi sono i suoi idoli sportivi? Che giornali legge? Dove fa la spesa? Come andava in matematica? Questa settimana i giornali italiani hanno risposto a tutte queste domande

Roberto Monaldo/AM POOL/Getty Images

Mario Draghi, Mario Draghi ovunque. Nell’ultima settimana in Italia non si è parlato che dell’ex presidente della Banca centrale europea impegnato nelle consultazioni con il difficile compito di dare un nuovo governo a questo Paese. Il problema è come se n’è parlato: la questione tutta politica del futuro governo Draghi, dei suoi progetti e del suo programma, è passata in secondo piano di fronte a una campagna stampa incessante dedicata a sondare ogni aspetto della vita privata di Mario Draghi – che giornali legge, che sport fa, qual è il suo piatto preferito e così via.

L’obiettivo era forse fare di Draghi – uomo riservato con una carriera nella finanza, non proprio un personaggio letterario alla Limonov – un ritratto più terra-terra e umanizzante. Il risultato conseguito è stato però opposto: Mario Draghi è diventato una specie di re taumaturgo, un santino, un essere che vive su un piano superiore di realtà. E i media italiano sono parsi per qualche giorno indistinguibili dalla propaganda di regime nordcoreana dedicata a celebrare le virtù di Kim Jong-un. Abbiamo raccolto alcuni esempi delle cose più assurde che non volevamo sapere ma ora sappiamo su Mario Draghi. 

MARIO DRAGHI MANGIA LA PASTA COI RICCI DI MARE

A rivelarlo è Tele Monte Kronio, che ha intervistato tale Michele Ciancimino, titolare di un ristorante a Sciacca, in provincia di Agrigento. “La pasta ai ricci di mare è il suo piatto preferito, tutte le volte che abbiamo avuto l’onore di riceverlo nel nostro ristorante ha ordinato sempre quella.” Non solo. Mentre mangia Mario Draghi è una persona “estremamente gentile” e ogni volta che altri clienti che l’hanno riconosciuto si sono alzati per andare a salutarlo “lui è stato estremamente cordiale”.

MARIO DRAGHI MANGIA BRACIOLA E RAVIOLI

Ma prima di scoprirsi appassionato dei ricci di mare, Draghi aveva altri gusti – come racconta a IrpiniaNews tale signora Elena, che gestisce un ristorante di Monteverde frequentato da Draghi da ragazzo. Qui Draghi mangiava “la tipica braciola locale e i ravioli preparati a mano”. Addirittura il ristorante ha introdotto “menu Draghi” con i piatti preferiti dal presidente incaricato. 

MARIO DRAGHI FA IL RUNNER

Come ci tiene a riportare Repubblica, Mario Draghi – “persona attenta al benessere fisico” – ha la passione del running. “Durante le sue uscite in solitaria, probabilmente trova un momento di evasione dagli impegni che i ruoli istituzionali gli hanno sempre richiesto. O magari, come succede a molti runner, la corsa potrebbe servire a Draghi per mettere in ordine le idee e trovare soluzioni a problemi complessi”.

Non solo. Sappiamo che Mario Draghi ha partecipato alla mezza maratona Roma-Ostia per quattro volte: 2001, 2003, 2004 e 2005. Repubblica ci riporta persino i tuoi tempi. E “chissà se la guida delle strategie europee di Goldman Sachs svolta da Draghi tra il 2002 e il 2005, gli anni delle Roma-Ostia, non sia stata la scintilla che ha innescato il salto chilometrico nella sua passione per il running” si chiede Repubblica. 

MARIO DRAGHI VA IN CHIESA

La trasmissione di Radio1 Un giorno da pecora ha intervistato don Augusto, parroco di Città della Pieve, il paesino in provincia di Perugia dove vive si trova la casa in campagna di Draghi, che ha garantito per lui in materia di faccende spirituali. “È un buon cattolico e di solito viene alla celebrazione pomeridiana delle 18, quella con meno persone”, dice il prete. “Spesso va anche alla messa delle 7.30 al monastero delle clarisse di Santa Chiara, che li sono molto affezionate e oggi hanno pregato per lui”. 

MARIO DRAGHI LEGGE I GIORNALI

Sempre Un giorno da pecora ha intervistato anche un edicolante di Città della Pieve, grazie alla cui testimonianza sappiamo che giornali compra Mario Draghi: “un po’ di tutto, fa una sorta di rassegna stampa, dal Fatto alla Verità, compra almeno sette/otto quotidiani ogni giorno. E sua moglie compra anche la Settimana Enigmistica e il Sudoku. Non solo. Draghi compra “anche l’Herald Tribune [che dal 2013 non si chiama più così, ma è l’edizione internazionale del New York Times] e un paio di giornali tedeschi”. 

MARIO DRAGHI TIFA LA ROMA

Non solo: Mario Draghi si interessa anche di calcio e – sempre per testimonianza dell’edicolante di Città della Pieveogni mattina compra il Corriere dello Sport, “perchè segue la Roma”. “Parliamo spesso della Roma, lui è contento dell’allenatore Fonseca, gli piace perché è pacato ed educato. E poi gli piace molto anche Edin Dzeko”. 

La passione di Draghi per la Roma, ci racconta poi il Corriere della Sera, era in realtà cosa nota. L’aveva svelata Draghi stesso intervistato nel 2016 dal quotidiano spagnolo El Paìs, parlando di Totti come di “un talento unico”, “un filosofo del calcio”, “forse il più grande della storia della Roma”.

MARIO DRAGHI AMA IL BASKET

Non solo calcio, però: Mario Draghi è un’atleta completo e per il basket ha un amore che “risale ai tempi del liceo” dai gesuiti, quando giocava nella squadra giovanile della scuola (“‘Aveva un bel tiro’, dicono di lui gli amici degli anni del liceo”). Il suo idolo dell’epoca, racconta la Gazzetta dello Sport, era Bill Bradley, stella dei New York Knicks. Nel 2009, aggiunge il quotidiano sportivo, Draghi ha vinto anche un premio “per la riconosciuta passione verso la pallacanestro che ne fa un importante ambasciatore di questo sport, anche in virtù dei suoi trascorsi agonistici”. 

MARIO DRAGHI GIOCA A GOLF

Ora che ha una certa età e non può più correre dietro alla palla a spicchi, Mario Draghi si rilassa giocando a golf – come testimoniano questi scatti usciti su Oggi nel 2015 e tornati fuori adesso che si indaga sulla vita privata dell’ex presidente della BCE. 

MARIO DRAGHI VA AL MERCATO

Mario Draghi abita ai Parioli, quindi l’Ansa è andata ai Parioli a vedere se poteva intervistare qualcuno che lo conoscesse: da questo lavoro giornalistico abbiamo scoperto che Mario Draghi va al mercato a comprare il pesce e la verdura.

Il pescivendolo del mercato rionale, Manuel, dice che “da anni, anche una volta a settimana” Mario Draghi compra da lui il pesce, e che una volta gli ha chiesto una foto ma Mario Draghi ha rifiutato – perché è molto riservato. Il fruttarolo conferma: anche la moglie è “una persona semplice, anche lei molto riservata”. 

MARIO DRAGHI ANDAVA BENE IN MATEMATICA

Sentito al telefono dall’Ansa padre Giovanni La Manna, il rettore dell’Istituto Massimo – collegio gesuita frequentato da Draghi ai tempi del liceo – ha parlato della pagella del futuro premier. “Sarebbe protetta dalla privacy ma sicuramente posso dire che l’abbiamo riguardata”, ha detto La Manna, precisando che dalla pagella “viene fuori una bravura in matematica che del resto ha dimostrato poi nella sua carriera professionale”.

MARIO DRAGHI HA UN CANE

“Non si sa molto del cane di Mario Draghi” – ci dice il sito Wamiz.it – “se non che sia un bell’esemplare di bracco ungherese”. Draghi e la moglie gli sarebbero molto legati, tanto da scegliere “solo crocchette di alta qualità, acquistate in un negozio specializzato di Roma”. Inoltre spesso Draghi “è stato avvistato a correre nel parco con il suo bracco dal pelo color caramello. Insieme percorrono diversi chilometri e sembrano sempre molto affiatati”. E “chi ama gli animali così tanto”, conclude l’articolo, “non può essere che una bella persona”.

 

ecco il cane di Mario Draghi.

Pubblicato da Super Bau su Mercoledì 3 febbraio 2021

MARIO DRAGHI HA UN’AMICA DI INFANZIA

Si chiama Ivana, oggi è Segretaria del Sindacato Unitario Inquilini e Assegnatari (SUNIA) del Veneto, da ragazza era la figlia della governante della villa della zia di Draghi, e il Corriere del Veneto l’ha intervistata. “Ci ho bisticciato più di qualche volta eh, da ragazzina. Io era la terribile, lui sempre riservato, grande studioso, ma anche spiritoso”.

MARIO DRAGHI È COME CRISTIANO RONALDO

“Draghi è un fuoriclasse come Ronaldo. Uno come lui non può stare in panchina”, ha detto il vicesegretario della Lega Giancarlo Giorgetti, parlando della possibilità che il suo partito appoggi un governo Draghi.

MARIO DRAGHI È COME CRISTO

Lo ha detto il presidente della Campania Vincenzo De Luca durante una diretta Facebook: “Quest’uomo saggio e mite mi è apparso come un Cristo quando ha cominciato a fare i colloqui con i cespugli. Uno, due, tre, quattro, e lui seduto a quel tavolo. Davvero merita tutta la nostra solidarietà quest’uomo votato al martirio”. 

E con il paragone a Gesù Cristo, la santificazione di Mario Draghi è completa.