Home Politica

Trump ha detto più di 10mila bugie dall’inizio del suo mandato

Non stiamo esagerando, il Washington Post le ha contate tutte. Negli ultimi sette mesi, ha tenuto una media di 23 inesattezze al giorno

Trump durante i festeggiamenti per Pasqua alla Casa Bianca

Foto di Andrea Hanks

Il Washington Post ha pubblicato un conteggio aggiornato delle dichiarazioni false o fuorvianti del presidente Trump dal giorno del suo insediamento. E siamo oltre le 10mila.

In un’intervista con la CNN, Glenn Kessler, il fact-checker-in-chief del Post, ha parlato del “ritmo incredibile di Trump”, dicendo come avesse toccato quota 5mila a settembre per poi raddoppiare in sette mesi. «Negli ultimi sette mesi», ha continuato Kessler, «la media è di 23 dichiarazioni false o fuorvianti al giorno».

Secondo il rapporto del Washington Post, molte delle inesattezze espresse riguardando il problema dell’immigrazione, dove Trump spesso diffonde informazioni distorte sui numeri e sui programmi dei suoi avversari politici. Gli altri temi principali sono l’indagine riguardante Robert Mueller, il commercio con gli altri stati e i risultati raggiunti dalla sua amministrazione.

Kessler ha sottolineato come, la scorsa domenica, il suo team abbia conteggiato 45 inesattezze nell’intervista di Trump rilasciata a Fox News – con uno dei volti storici dell’emittente, Sean Hannity. L’intervista è durata 45 minuti: il ritmo, quindi, è stata di una al minuto.

Il rapporto completo può essere letto qui.

Leggi anche