Salvini ha chiesto a Fedez di incontrarlo per parlare "di diritti, lavoro e libertà" | Rolling Stone Italia
Home Politica

Salvini ha chiesto a Fedez di incontrarlo per parlare “di diritti, lavoro e libertà”

"Non è tempo di polemiche ma di ricostruzione, per cui sarei ben contento di incontrarti per parlare di diritti, lavoro e libertà"

Foto via Wikipedia e Facebook

Ieri mattina, alla notizia della calendarizzazione del ddl Zan sulla lotta all’omotransfobia, Fedez ha fatto un tweet in cui se la prendeva con Salvini: “La cosa interessante è questa: quando loro raccolgono 99mila firme è una grande vittoria, quando dall’altra parte ci sono quasi mezzo milioni di firme pro Ddl Zan se ne fregano altamente”. Adesso è arrivata la risposta di Salvini, e non è quella che ci si aspettava.

Salvini ha infatti chiesto a Fedez di incontrarlo, perché lo ammira. “Caro Fedez”, ha scritto, “non solo ti ammiro come artista, ma ti ringrazio come cittadino, per i generosi contributi che hai dato per la costruzione dell’Ospedale anti-Covid in Fiera a Milano e per aiutare i lavoratori dello spettacolo in difficoltà. Non è tempo di polemiche ma di ricostruzione, per cui sarei ben contento di incontrarti per parlare di diritti, lavoro e libertà”.

“Chi discrimina, insulta o aggredisce in base al colore della pelle, all’aspetto fisico o alle scelte in amore è un cretino e va punito. Senza togliere a nessuno la libertà di pensare che un bimbo abbia diritto ad avere una mamma e un papà e che l’utero in affitto sia una barbarie sulla pelle delle donne”, continua Salvini, invitando Fedez ad aderire alla raccolta firme promossa dalla Lega contro il coprifuoco. 

Insomma, pare che Salvini si sia moderato definitivamente. Anche se è assurdo che in Italia il dibattito politico debba essere condotto da un cantante e da Salvini, tramite scambi di messaggi.