Home Politica

Putin ha inviato a Berlusconi il vaccino russo contro il coronavirus

La grande amicizia tra Putin e Berlusconi non è finita con il tramonto delle fortune politiche dell'ex premier

Alexei Druzhinin\TASS via Getty Images

Come riporta Dagospia, oltre agli auguri di pronta guarigione il presidente russo Vladimir Putin avrebbe mandato a Berlusconi anche una dose di Sputnik, il vaccino russo contro il coronavirus – il primo vaccino del suo genere a essere stato sviluppato, che aveva suscitato dubbi tra gli esperti per via della ridotta sperimentazione ma che pochi giorni fa la rivista scientifica The Lancet ha definito “incoraggiante” dopo che in uno studio i soggetti a cui è stato iniettato hanno sviluppato gli anticorpi contro il coronavirus senza gravi effetti collaterali. 

Berlusconi comunque non proverà su se stesso il vaccino, avendo già contratto il coronavirus. In questo momento l’ex premier è ricoverato al San Raffaele e sta assumendo il Remdesivir, il farmaco più efficace nel trattamento del COVID-19, dopodiché avrà sviluppato naturalmente gli anticorpi. La donazione di Putin, insomma, sarebbe più che altro una mossa pubblicitaria per un vaccino ancora non riconosciuto sicuro dalla comunità internazionale. 

Si tratta comunque di una dimostrazione che la grande amicizia tra Putin e Berlusconi non è tramontata col tempo e con la fine della rilevanza politica dell’ex premier.