Home Politica

Pd e 5 Stelle, alla fine vince sempre l’amore

Renzi? "Una scrofa ferita". I Dem "mafiosi", "schifosi" e "merde". I pentastellati? "Mezze pippe", "truffatori" e "miracolati". Una rassegna di tutti gli insulti tra i neo alleati, per fare tanti auguri al presidente Conte

Il Pd profana la democrazia

Luigi Di Maio, Capo politico Movimento 5 Stelle


Sono diventati l’Arca di Noè di truffatori, scrocconi, riciclati e massoni

Matteo Renzi, ex segretario Pd e ex presidente del Consiglio (sul caso “Rimborsopoli a 5 Stelle”)


Al Pd ho detto mafiosi, schifosi, siete delle merde, ve ne dovete andare, dovete morire

Paola Taverna, vicepresidente del Senato Movimento 5 Stelle


Abbiamo questi dirigenti del M5S assolutamente improbabili, truffatori politici, mentitori nati e quasi un terzo degli elettori italiani dà credito a loro

Vincenzo De Luca, presidente Pd regione Campania


Qual è oggi la differenza tra il PD e una banca? Le banche gestiscono in maniera torbida i nostri soldi, così come i partiti che si sono intascati miliardi di finanziamento pubblico, cambiando il nome in “rimborsi elettorali”

Alessandro Di Battista, ex parlamentare Movimento 5 Stelle


Sogno un partito con 2 obiettivi: 1) creare le condizioni affinché i bibitari del S.Paolo possano studiare, formarsi e diventare top manager o tutto ciò che vogliono. 2) rimandare buffoni incapaci come Luigi Di Maio a fare il bibitaro, sostituendo i ragazzi di cui al punto 1)

Luigi Marattin, capogruppo Pd in commissione Bilancio alla Camera


Renzi è una scrofa ferita

Beppe Grillo, fondatore Movimento 5 Stelle


Vorrei poter guardare in faccia il signor Antonio Di Maio, padre di Luigi, e augurargli di non vivere mai quello che suo figlio e i suoi amici hanno fatto vivere a mio padre e alla mia famiglia

Maria Elena Boschi, ex ministro Pd nel governo Renzi e sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo Gentiloni (dopo le accuse 5 Stelle a suo padre sul caso Banca Etruria)


Siete qui solo perché sapete fare i pompini

Massimo Felice De Rosa, ex parlamentare e oggi consigliere regionale lombardo Movimento 5 Stelle (rivolto alle ex parlamentari Pd della Commissione Giustizia)


Nei 5 Stelle è emerso un trio: Di Battista, Di Maio e Fico. Luigino il chierichetto, Fico il moscio, e l’emergente Dibba, il gallo cedrone. E l’Italia dovrebbe essere diretta da questi tre giovanotti? Sono tre mezze pippe, falsi come giuda, miracolati, che si ritrovano ad avere ruoli nazionali senza sapere fare l’O col bicchiere

Vincenzo De Luca, presidente Pd regione Campania


Noi non facciamo accordi con il partito di Bibbiano

Luigi Di Maio, Capo politico Movimento 5 Stelle


Pd e M5s hanno valori in comune? Io non li vedo. Lo faccia lei l’accordo coi 5 Stelle

Matteo Renzi, ex segretario Pd e ex presidente del Consiglio (il 23 luglio 2019)


IN BOCCA AL LUPO, PRESIDENTE CONTE!

Leggi anche