Home Politica

#Nonènormalechesianormale, sosteniamo la campagna contro la violenza sulle donne

«Serve una rivoluzione culturale, e le testimonianze per scuotere le coscienze». La vicepresidente della Camera ha lanciato un'iniziativa in occasione della giornata dell'Onu contro la violenza sulle donne. 
Per partecipare all’iniziativa basta condividere un video o una foto sui social

«Diamo voce a chi la voce ormai l’ha persa», ha detto la vicepresidente della Camera Mara Carfagna per presentare la campagna di sensibilizzazione Non è normale che sia normale, lanciata in occasione della giornata dell’Onu contro la violenza sulle donne di domenica 25 novembre. «La violenza sulle donne è una piaga che appesta la nostra società, una donna su tre la subisce, ogni tre giorni c’è una vittima. Ci penso spesso quando viaggio, quando sono in treno e guardo le donne. Allora ho pensato al nome di questa campagna».

Non è normale che il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni (6 milioni e 788mila, dati Istat) abbiano subito una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Non è normale che solo nei primi nove mesi del 2018 i casi di femminicidio siano già 94, quelli di stalking 8418 e quelli di violenza sessuale 2977 (dati diffusi dalla Polizia di Stato in occasione dell’iniziativa …Questo NON è amore, promossa dalla Direzione Anticrimine). Non è normale, soprattutto, che le vittime di queste violenze si rinchiudano in un isolamento surreale, in una vergogna ingiusta, che non sappiano a chi rivolgersi.

La legge sul femminicidio è importante, ha detto la vicepresidente della Camera, ma non basta. «Serve una rivoluzione culturale, e le testimonianze per scuotere le coscienze. Per questo ho invitato qui alla Camera alcune persone che hanno subito violenze, per raccontare le loro storie ed affrontare lo strazio di questi traumi. I social devono essere usati non per molestare, o per veicolare fake news, ma per diffondere il messaggio nobile di contrasto alla violenza sulle donne». 

Aderire alla campagna è semplice: basta disegnare sotto l’occhio il simbolo rosso, e condividere un video o una fotografia utilizzando l’hashtag #nonènormalechesianormale. Così hanno fatto molti nomi del mondo dello spettacolo italiano: Alessandro Borghi, Fiorello, Andrea Delogu, Bruno Barbieri, Vincenzo Salemme, Annamaria Bernardini De Pace, Paola Turci, Noemi, Claudia Gerini, Francesco Montanari, Alessandro Roia, Geppi Cucciari, Bianca Balti e tanti altri.

Leggi anche