L'Ungheria ha appena vietato ai minori di 18 anni "Harry Potter", "Billy Elliot" e molti altri film | Rolling Stone Italia
Home Politica

L’Ungheria ha appena vietato ai minori di 18 anni ‘Harry Potter’, ‘Billy Elliot’ e molti altri film

Il motivo è una nuova legge contro la "promozione dell'omosessualità", che obbliga i canali tv a trasmettere qualsiasi film o serie tv in cui si tocchi il tema dell'omosessualità e dell'identità di genere solo in seconda serata e con il bollino rosso

Omar Marques/Getty Images

Film e serie tv come Harry Potter, Friends, Il Diario di Bridget Jones, Billy Elliot e altri ancora non saranno più trasmessi in prima serata in Ungheria. Ad annunciarlo è stata l’emittente commerciale RTL Klub Hungary, che ha annunciato il “rinnovamento della sua offerta televisiva” dopo l’approvazione da parte del Parlamento ungherese di una nuova legge voluta da Fidesz, il partito di estrema destra del presidente Viktor Orban, per mettere al bando la “promozione dell’omosessualità”. Una legge che è il sogno dei vari Pillon e oscurantisti nostrani e che vieta di affrontare moltissimi temi legati alla sessualità davanti ai minorenni.

“Al fine di garantire la protezione dei diritti dei bambini, la pornografia e i contenuti che raffigurano la sessualità fine a se stessa o che promuovono la deviazione dall’identità di genere, il cambiamento di genere e l’omosessualità non devono essere messi a disposizione delle persone di età inferiore ai diciotto anni”, si legge nel testo della legge approvato dal Parlamento. Insomma, con la scusa della pedofilia – assimilata senza distinzione alla comunità LGBT – si va a colpire la libertà di espressione e di autodeterminazione fino al punto di vietare qualunque menzione di temi come l’omosessualità e l’identità di genere di fronte a minori di 18 anni.

Come ha spiegato ancora RTL Klub Hungary, prima emittente ad adeguarsi alla nuova legge, i contenuti da oggi giudicati sensibili verranno trasmessi sporadicamente in seconda serata e con il bollino rosso dei contenuti vietati ai minori di 18 anni. E per “contenuti sensibili” da oggi si intenderà qualsiasi serie tv o film che faccia riferimento all’amore omosessuale.