L'ultima dei complottisti italiani: il vaccino ti rende magnetico | Rolling Stone Italia
Home Politica

L’ultima dei complottisti italiani: il vaccino ti rende magnetico

Nei gruppi Telegram complottisti stanno girando video in cui si vedrebbero persone vaccinate che riescono ad attaccare calamite al punto dove hanno ricevuto l'iniezione. Ovviamente è una cazzata, talmente assurda che persino alcuni complottisti incalliti non riescono a bersela

David Greedy/Getty Images

Si potrebbe pensare che dopo un anno e mezzo di pandemia la gente non veda l’ora di vaccinarsi e tornare alla normalità, e che il sentimento antivaccinista sia in crisi. Si potrebbe, e sarebbe sbagliato: i no-vax sono ancora tanti, anche in Italia, e anzi stanno inventando nuove assurde teorie riguardo ai vaccini anti-Covid. L’ultima di queste è che il vaccino anti-Covid renda magnetici.

Su alcuni canali Telegram complottisti, infatti, tra cui quello del noto guru qanonista Cesare Sacchetti, sono comparsi negli ultimi giorni diversi post che sostengono questa tesi. “In tutto il mondo decine di persone che hanno fatto il vaccino Pfizer stanno riportando un fenomeno che appare senza precedenti”, ha scritto Sacchetti ai suoi 15mila follower – non proprio pochi. “Il punto dove avviene l’iniezione attira i metalli. Praticamente la persona che riceve il vaccino diventa un vero e proprio magnete.”

La spigazione complottista del fenomeno è che “dentro il vaccino sono stati inseriti dei nanorobot che non sono altro dei microdispositivi robotici più piccoli di una cellula”, dice Sacchetti, dicendo che questi nanorobot possono avere interazioni “potenzialmente infinite” con il corpo umano, azzaardando anche fantasie sul controllo mentale.

Persino tra i complottisti più fanatici però questa storia del vaccino che ti rende magnetico è difficile da mandare giù. Dopo che alcuni utenti avevano espresso la propria incredulità, Sacchetti ha rilanciato pubblicando un video che dovrebbe dimostrare il fenomeno. “La persona che è ripresa in questo video ha fatto il vaccino AstraZeneca. La persona che ha fatto il video ha fatto la stessa prova su 13 persone vaccinate. 12 su 13 risultavano avere questo magnetismo nel punto in cui viene fatta l’iniezione”, ha scritto.

Per poi aggiungere che una dottoressa che lavora in un centro vaccinale avrebbe visto il video e si sarebbe detta preoccupata. Non sappiamo se sia vero né se questa dottoressa esista visto che Sacchetti precisa di non poter fare il suo nome “perché avrebbe problemi sul posto di lavoro”.

In realtà, come spiega il sito di debunking Bufale.net, si tratta di una teoria complottista diffusa in tutto il mondo, la cosiddetta “vaccine magnet challenge” che è finalmente (purtroppo) arrivata anche in Italia. Tutto è partito da un video pubblicato da un profilo Instagram (@keep_canada_free) in cui si vede una donna che, dopo aver detto di essere stata vaccinata, appoggia una piccola calamita sul suo braccio e fa vedere che rimane attaccata. Il che non dimostra niente, visto che non sappiamo chi sia la persona in questione, se sia davvero vaccinata, da dove arriva il video.

In ogni caso The Science Times ha perso tempo a smontare la teoria del complotto interpellando il professor Edward Hutchinson del Center for Virus Research dell’università di Glasgow – il quale ha detto che se il video fosse vero si dovrebbe vedere un grosso pezzo della sostanza magnetica che si accumula sotto pelle nel punto in cui viene appoggiata la calamita, creando un rigonfiamento e che, ovviamente, i vaccini non sono magnetici.