Home Politica

Luca Bizzarri è il social media manager di Carlo Calenda per 24 ore

Dopo aver commentato le sparate social di molti politici con il mantra «non hanno un amico», ora Luca Bizzarri ha l'occasione di mettere in pratica i suoi consigli con il profilo Twitter del leader di Azione

Dividere politica e comicità, ripartire dall’istruzione, studiare Dino Risi e guardare The West Wing. È il profilo Twitter di Carlo Calenda, ma in realtà a parlare è Luca Bizzarri. Si è conclusa così, con uno scambio di persona virtuale, una polemica su Twitter che nelle ultime ore ha coinvolto il leader di azione, il conduttore, lo scrittore Alessandro Robecchi e alcuni utenti. A iniziare è Robecchi, con una battuta sul tatuaggio delle SS di una candidata di Lega e Fratelli d’Italia.

Nella discussione che è seguita, dopo aver risposto allo scrittore Calenda ha preso in giro un utente – che lo accusava di sottovalutare il problema fascismo in Italia – , ed è intervenuto anche Bizzarri, che da settimane commenta tutte le sparate social dei politici con il mantra «non hanno un amico».

«Carlo, ti rendi conto che dopo che inizi con “Caro La Sega” tutto quello che scrivi dopo non conta nulla? Ma chi hai assunto come Smm, lo paghi pure? Mi propongo gratis». Calenda accetta, e fino a domani Bizzarri gestirà il suo profilo Twitter. Ecco come sta andando: