Liz Truss ha dato le dimissioni: non è più la prima ministra del Regno Unito | Rolling Stone Italia
Home Politica

Liz Truss ha dato le dimissioni: non è più la prima ministra del Regno Unito

La sua esperienza di governo è stata un completo disastro ed è durata meno di sei settimane

Foto di Carl Court/Getty Images

L’esperienza di Liz Truss a Downing Street è durata appena sei settimane: oggi la prima ministra inglese ha annunciato le sue dimissioni, dichiarando di non potere «rispettare il mandato» per il quale era stata eletta dal Partito Conservatore.

La fine del governo Truss era nell’aria: ieri 17 deputati tory britannici hanno scelto di sfiduciarla; le dimissioni di due ministri chiave nel giro di pochissimi giorni – la ministra dell’interno Braverman e, soprattutto, il ministro dell’economia Kwasi Kwarteng, che era stato il principale ideatore della criticatissima riforma fiscale – non hanno fatto altro che aggravare una crisi già piuttosto evidente.

Le scelte di Truss sono state fallimentari da ogni punto di vista, dalla proposta di reintroduzione del fracking – ovvero l’estrazione di gas naturale tramite trivellazione di sedimenti rocciosi – che era stato vietato dal 2019 in seguito a una serie di eventi sismici, alle sue bizzarre idee per favorire la crescita – il piano economico presentato a settembre, incentrato su enormi tagli delle tasse alle fasce più ricche della popolazione, da finanziare a debito, aveva provocato un clamoroso crollo della sterlina, precipitata ai minimi storici nel cambio col dollaro.

Ora è atteso nell’arco di una settimana il nuovo primo ministro. Profondamente divisi, i Tory sceglieranno probabilmente tra l’ex cancelliere Rishi Sunak e Penny Mordaunt, mentre l’attuale cancelliere dello Scacchiere Jeremy Hunt ritira la propria candidatura e Boris Johnson resta alla finestra.

A prescindere da ciò che accadrà, non è un buon momento per il Regno Unito: un caos sintetizzato al meglio dalla copertina scelta dal celebre settimanale britannico liberale The Economist , che ha titolato sarcasticamente «Welcome to Britaly», proponendo una caricatura di Liz Truss che tiene in mano una forchetta con spaghetti e una pizza e suggerendo un parallelismo con la tradizionale instabilità del nostro Paese. Truss è, comunque, la detentrice di una statistica difficile da dimenticare: è stata il quindicesimo (e ultimo) primo ministro sotto il regno di Elisabetta II e il primo sotto quello di Carlo III.