Home Politica

L’Irlanda è il primo paese europeo a fare un secondo lockdown

Inizierà oggi a mezzanotte e durerà sei settimane: secondo il primo ministro è uno sforzo per riuscire poi a "celebrare il Natale in modo significativo"

PAUL FAITH/AFP via Getty Images

Come riporta il Post, il governo irlandese ha annunciato un secondo lockdown per contenere l’epidemia da coronavirus. Il lockdown inizierà oggi a mezzanotte e durerà sei settimane: è la prima volta che un paese dell’Unione Europa impone un secondo lockdown. 

Le nuove restrizioni, che al momento della loro entrata in vigore saranno le più rigide in Europa, sono state rese necessarie dall’aumento dei contagi – ne sono stati confermati più di 1000 lunedì scorso – e rispecchiano le indicazioni del National Public Health Emergency Team, che fornisce consulenza sulla gestione dell’epidemia, secondo cui sei settimane di lockdown sono il minimo necessario per portare il numero di nuovi contagi a un livello accettabile per evitare una pressione eccessiva sul sistema sanitario. 

L’obiettivo della misura, precisa il comunicato del governo irlandese, è anche quello di sostenere le famiglie. Gli spostamenti infatti saranno consentiti per fare la spesa, andare in farmacia e per motivi familiari di vitale importanza. Chiuderanno tutte le attività commerciali di vendita al dettaglio considerate non essenziali, compresi bar e ristoranti, e saranno autorizzati a spostarsi per recarsi al lavoro solo i lavoratori essenziali – il trasporto pubblico sarà operativo al 25% della capacità normale.

Resteranno però aperte le scuole e le strutture per l’infanzia. “Non possiamo e non permetteremo che il futuro dei nostri figli e dei giovani siano altre vittime di questa malattia”, ha detto il primo ministro irlandese Micheál Martin. Per cercare di combattere l’isolamento sociale e l’ansia sarà consentito di fare sport entro 5 km da casa, e coloro che vivono da soli potranno indicare un’altra famiglia come sostegno, a cui potranno fare visita. Inoltre gli sfratti saranno sospesi e il sussidio di disoccupazione legato alla pandemia sarà prolungato. Infine, a differenza del primo lockdown di marzo, gli sport di livello professionale saranno consentiti a porte chiuse in tutto il paese.

Secondo il primo ministro irlandese lo sforzo delle prossime sei settimane potrebbe dare l’opportunità all’Irlanda “di celebrare il Natale in modo significativo”.