Home Politica

La donna che ha fatto un video “intubata” ma l’ha dovuto cancellare per gli insulti dei negazionisti

Clotilde Armellini, 37 anni, voleva sensibilizzare sul fatto che il Covid c'è e non è "la malattia dei vecchi". Ma quando il video è diventato virale, è stata travolta dagli insulti

Negli ultimi giorni è diventato virale un video in cui Clotilde Armellini, una donna di 37 anni malata di Covid-19 e costretta a indossare un casco respiratore, cerca dal letto di ospedale di mettere in guardia contro il negazionismo del virus. 

Nel video Armellini racconta la sua esperienza in ospedale con il coronavirus. Racconta di non vedere il marito e i figli da giorni, isolati in casa perché anche loro positivi; smentisce chi afferma che il Covid sarebbe la malattia dei vecchi spiegando che lei è giovane e senza patologie pregresse eppure ne ha contratta una forma grave; mette in guardia dai comportamenti a rischio dicendo di essersi ammalata pur avendo preso tutte le precauzioni possibili.

“Ti prego non scherzare con il coronavirus, metti la mascherina, proteggi chi ami, perché dentro questa boccia per pesci, davvero, io mi sento morire”, conclude. “Sto qui sdraiata e prego che arrivi presto l’infermiera a portarmi le gocce perché solo se crollo riesco a calmarmi. I miei polmoni non funzionano più, li sento pieni d’acqua. Corre strapparmi dalla faccia questo bavaglio, ma se lo faccio crepo, perché da sola non riesco più a respirare”.

Su Facebook il video è stato ripreso da diversi influencer, come Leonardo Cecchi e Lorenzo Tosa, che l’hanno diffuso per sensibilizzare sullaclt gravità della situazione. La vitalità del video, però, ha avuto anche un’altra conseguenza: far sì che la protagonista venisse investita dagli insulti dei negazionisti al punto da costringerla a cancellare il video. 

È Repubblica Torino a dare la notizia riportando la testimonianza di Armellini. “Sono stata travolta dalle critiche e dagli insulti di chi sostiene che sia tutto un complotto e che il Covid non esista e non ho voluto sottoporre me stessa e la mia famiglia a tutto questo”, racconta. Per questo ha cancellato il video. 

“Io volevo solo mettere in guardi ale persone sul fatto che il Covid c’è, che fa male, che capisce tutti, anche i giovani, e che bisogna proteggersi”.