Home Politica

La Cina ha chiuso il consolato americano di Chengdu, mentre aumentano le tensioni con gli Stati Uniti

È una risposta alla decisione americana di chiudere il consolato cinese di Houston, che il governo cinese ha definito 'un atto ingiustificato' che mostra 'una mentalità da guerra fredda'

JOHANNES EISELE/AFP via Getty Images

Come riporta il New York Times, il governo cinese ha ordinato agli Stati Uniti di chiudere il loro consolato nella città cinese di Chengdu, in risposta alla decisione americana, arrivata qualche giorno fa, di ordinare la chiusura del consolato cinese di Houston. Si tratta di un altro segnale – forse il più grave finora – del continuo deterioramento delle relazioni tra i due Paesi.

Il Ministero degli Esteri cinese ha detto che la decisione è stata “una risposta legittimaa e necessaria all’atto ingiustificato deciso dagli Stati Uniti”, che la responsabilità nel peggioramento delle relazioni è tutta degli Stati Uniti e che consiglia agli americani di “ritirare immediatamente” la loro decisione riguardo al consolato di Houston.

L’annuncio cinese è arrivato poche ore dopo un nuovo discorso molto aggressivo contro la Cina del Segretario di Stato americano Mike Pompeo. “Dobbiamo ammettere una dura verità che ci dovrà guidare negli anni e nei decenni a venire, e cioè che se vogliamo un 21esimo secolo libero e non il secolo cinese sognato da Xi Jinping, il vecchio paradigma del coinvolgimento cieco della Cina negli affari internazionali non funziona”, ha detto Pompeo. Il discorso è stato pronunciato nella libreria del Presidente Nixon, un luogo simbolico perché è stata proprio una visita di Nixon in Cina nel 1972 a sbloccare le relazioni tra i due Paesi dopo decenni di isolamento cinese.

Il discorso di Pompeo e la decisione del governo americano sul consolato sono stati accolti con rabbia dal governo cinese, che ha accusato gli americani di star abbracciando una mentalità da guerra fredda e ha negato le accuse secondo cui il consolato di Houston venisse usato per attività illegali.

La decisione del governo cinese di chiudere un consolato americano era una risposta prevedibile, anche perché la Cina aveva avvertito gli Stati Uniti che avrebbe risposto in modo appropriato. Allo stesso tempo, il governo cinese non sembra desiderare particolarmente un’escalation diplomatica con gli Stati Uniti.