Home Politica

“Io so’ de Torre Maura, tu de ‘ndo sei?”

"Noi siamo cento e voi siete dieci" dice il vecchio di Casapound a Simone, il 15enne del video virale. Peccato che basti un pensatore per mandare a casa cento fascisti

Il video di cui parliamo probabilmente l’abbiamo già visto tutti, essendo diventato virale alla stessa velocità con cui Simone, il giovane quindicenne di Torre Maura protagonista del video, ha spento un’orda di orchi di Casapound.

Ma spento significa spento. «Almeno io penso» dice Simone dopo essersi tolto il cappuccio della felpa mentre uno dei tanti sostenitori di Casapound, ben riparato dagli altri, sporge il collo verso il ragazzino dicendogli che “Tu sei uno su dieci, voi siete dieci su cento” (e azzeccando sorprendentemente una complicatissima proporzione).

Al che il vecchio canuto (che ricorda quello manzoniano, quello “mal vissuto”) risponde “E quelli della tua fazione politica non vanno in giro?” con la solita accusa di chi non sa. L’accusa di chi non ha gli strumenti per capire che fascismo e razzismo non sono fazioni politiche, sono reati. E che l’antifascismo è un dovere di tutti. “Io non so’ de nessuna fazione politica, io so’ de Torre Maura.”

“C’hai quindici anni” tenta l’ultima carta il vecchio col cappellino, avendo esaurito ogni cartuccia al suo misero cinturone. Forse credeva che in cento contro uno le cose sono più facili, ma ne basta davvero uno che “pensa” per spegnere e mandare a casa fasci e cialtroni.

Leggi anche