Il Segretario del PD Nicola Zingaretti ha annunciato le sue dimissioni | Rolling Stone Italia
Home Politica

Il Segretario del PD Nicola Zingaretti ha annunciato le sue dimissioni

Lo ha annunciato sulla sua pagina Facebook, dopo essere stato sotto attacco per settimane sulla questione dell'alleanza con il M5S e della rappresentazione femminile nel PD

Pool Livio Anticoli/Insidefoto/Mondadori Portfolio via Getty Images

Con un post sulla sua pagina Facebook, il Segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti ha annunciato oggi che rassegnerà le dimissioni. Zingaretti era sotto attacco costante dall’interno del partito fin dalla fine del governo Conte bis e dalla nascita del governo Draghi, e gli attacchi vertevano principalmente su due punti: l’alleanza strategica con il M5S e la questione della sotto-rappresentazione femminile all’interno del partito. Ovviamente questi sono i casus belli, dietro cui si nasconde una lotta tra correnti interne. 

“Lo stillicidio non finisce. Mi vergogno che nel Pd, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie, quando in Italia sta esplodendo la terza ondata del Covid, c’è il problema del lavoro, degli investimenti e la necessità di ricostruire una speranza soprattutto per le nuove generazioni”, ha scritto Zingaretti nel post in cui annuncia le dimissioni. A suo dire dentro il partito “non ci si ascolta più e si fanno le caricature delle posizioni”.

 

Lo stillicidio non finisce. Mi vergogno che nel Pd, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di…

Pubblicato da Nicola Zingaretti su Giovedì 4 marzo 2021

“Ma il Pd non può rimanere fermo, impantanato per mesi a causa in una guerriglia quotidiana”, ha continuato Zingaretti. “Questo, sì, ucciderebbe il PD. Visto che il bersaglio sono io, per amore dell’Italia e del partito, non mi resta che fare l’ennesimo atto per sbloccare la situazione. Ora tutti dovranno assumersi le proprie responsabilità. Nelle prossime ore scriverò alla Presidente del partito per dimettermi formalmente. L’Assemblea Nazionale farà le scelte più opportune e utili. Io ho fatto la mia parte, spero che ora il Pd torni a parlare dei problemi del Paese e a impegnarsi per risolverli”.

Zingaretti era diventato Segretario nel marzo 2019 dopo essere stato presidente della regione Lazio. Dopo le sue dimissioni lo sviluppo più probabile è che il PD vada a congresso per eleggere il suo sostituto, con il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini tra i nomi più quotati.