Home Politica

Il governo del Libano si è dimesso dopo l’esplosione di Beirut

Le dimissioni sono arrivate dopo l'enorme esplosione che martedì scorso ha distrutto buona parte di Beirut, causando oltre 200 morti e migliaia di feriti

STR/NurPhoto via Getty Images

Ieri sera, parlando alla nazione, il primo ministro del Libano Hassan Diab si è ufficialmente dimesso dal suo incarico. Le dimissioni sono arrivate dopo l’enorme esplosione che martedì scorso ha distrutto buona parte di Beirut, causando oltre 200 morti e migliaia di feriti. Le dimissioni di Diab sono state l’ultimo atto di un processo politico durato tutta la giornata: nel pomeriggio c’era stata una riunione di gabinetto per discutere dell’esplosione e delle sue conseguenze, al termine della quale tutti i ministri si erano dimessi in blocco. 

Nei giorni successivi all’esplosione di martedì le energie dei libanesi erano state concentrate sul cercare di soccorrere i feriti e liberare le strade della città dai detriti, ma già nel fine settimana erano scoppiate grandi proteste popolari contro la classe politica del Paese, accusata di essere corrotta e di essere responsabile della tragedia. Ieri mattina, il governatore di Beirut Marwan Abboud aveva detto che l’esercito aveva interrotto le ricerche dei dispersi, che erano ancora decine.