I complottisti di QAnon hanno una nuova teoria assurda sui Rolling Stones | Rolling Stone Italia
Home Politica

I complottisti di QAnon hanno una nuova teoria assurda sui Rolling Stones

Keith Richards e Mick Jagger sono davvero Keith Richards e Mick Jagger? O forse sono in realtà John Fitzgerald Kennedy jr. e Michael Jackson travestiti? Non lo sapremo mai

Keith Richards sul palco nel 2019

Foto: Chris Tuite/imageSPACE/MediaPunch/IPX/AP

Lo scorso 2 novembre, una folla di adepti della teoria del complotto QAnon – quella secondo cui il mondo sarebbe governato da una cabala di pedofili satanisti legati al Partito democratico americano, che negli ultimi quattro anni Trump ha cercato di sconfiggere – si è radunata sul luogo dell’omicidio di John Fitzgerald Kennedy a Dallas per assistere alla comparsa di JFK jr – il figlio dell’ex presidente, morto in un incidente aereo nel 1999 ma che per i complottisti in realtà è vivo, ha finto la sua morte e sta per ritornare e candidarsi alle elezioni del 2024 insieme a Trump. 

Ovviamente JFK jr non è comparso e adesso i complottisti, dopo calcoli complessi ed esoterici, hanno partorito una nuova teoria: JFK jr in realtà è Keith Richards. Ah, e Mick Jagger non è Mick Jagger, ma è Michael Jackson, che anche lui in realtà non è morto. 

Se tutto ciò vi sembra assolutamente folle è perché lo è. Si tratta dell’ultima novità di una teoria del complotto ormai diventata un labirinto, una novità nata perché alcuni dei complottisti che si erano riuniti a Dallas, quando hanno capito che JFK jr non sarebbe comparso, si sono spostati a un concerto dei Rolling Stones che si teneva proprio quella sera nella città texana. 

Mark Wootton, un cittadino di Dallas che è stato al concerto, ha detto a Rolling Stone che, uscendo dal locale, ha fatto una battuta sul fatto che JFK jr non fosse comparso. Alcuni complottasti l’hanno sentito e gli hanno risposto, “Lo so, vero? Che sta succedendo”. 

Durante e dopo il concerto, i membri di un gruppo Telegram complottista chiamato Occupy Dealey Plaza hanno cominciato a condividere teorie che collegano JFK jr ai tre Rolling Stones superstiti, oltre a foto del concerto e a complessi calcoli numerologici. 

Quando alcuni dei membri del gruppo si sono chiesti come mai JFK jr non si fosse presentato, altri hanno trovato la risposta: in realtà si è presentato, in incognito. In particolare il testo della canzone dei Rolling Stones Sympathy for the Devil è stato citato come prova incontrovertibile: “I shouted out, who killed the Kennedys? / When after all, it was you and me”.

“C’è gente che dice che sul palco ci fosse Elvis mascherato che suonava la tastiera”, si legge in un messaggio nella chat di Telegram. “E che Mick Jagger in realtà fosse Michael Jackson, mentre JFK jr era Keith Richards. Erano tutti mascherati. Dicono che in realtà il concerto non fosse dei Rolling Stones”. 

Teorie del complotto così folli potrebbero essere facilmente liquidate come l’opera di qualche troll che cerca di far apparire gli adepti di QAnon più folli di quanto non siano in realtà. Ma purtroppo si tratta di teorie che sono perfettamente allineate con quello che già i qanonisti credono. Alla manifestazione sul luogo dell’omicidio Kennedy, un passante che indossava una maglietta della NASA ha chiesto alla folla radunata lì se credesse o meno all’uomo sulla luna. Decine di persone hanno gridato “no!” all’unisono. 

Inoltre, molti dei presenti alla manifestazione hanno affermato di credere che diverse celebrità morte siano in realtà vive e nascoste da qualche parte, o in qualche programma segreto di protezione testimoni oppure semplicemente in incognito. “Mike Lindell in realtà è JFK jr mascherato”, ha detto un tizio di nome Greg, che ha detto di essere un veterano dell’esercito. “Sono camuffamenti molto sofisticati”.

Non è la prima volta che gli adepti di QAnon prevedono il ritorno di JFK jr – avevano già detto che sarebbe tornato per il 4 luglio scorso. Cosa che non è accaduta, ovviamente. 

Ma non tutti i membri della chat di Telegram complottista erano soddisfatti della teoria su Keith Richards. Altri hanno avanzato l’ipotesi che Jagger e Richards bevano adrenocromo – la sostanza che, secondo i sostenitori di QAnon, si estrae dalla ghiandola pineale dei bambini quando sono spaventati, e che sarebbe la ragione per cui la cabala di pedofili satanisti rapirebbe i bambini – per rimanere giovani e virili. Il che non è altro che l’ultimo capitolo di una lunga serie di speculazioni complottiste sulla salute dei due membri dei Rolling Stones, che sono ancora in forma nonostante l’età avanzata e nonostante abbiano fatto una vita spericolata. 

“Mick sembrava sano, non lo scheletro che è sembra di solito”, ha scritto un membro del gruppo su Telegram. Non sapremo mai se ciò sia dovuto al fatto che si è preso qualche anno di riposo, o se è perché in realtà è morto da decenni ed è stato rimpiazzato dal figlio del presidente Kennedy. 

Questo articolo è apparso originariamente su Rolling Stone US