Gli Stati Uniti sono finalmente a favore della sospensione dei brevetti sui vaccini anti-Covid | Rolling Stone Italia
Home Politica

Gli Stati Uniti sono finalmente a favore della sospensione dei brevetti sui vaccini anti-Covid

Era una battaglia portata avanti da mesi da diversi Paesi – come Sudafrica, India, Russia e Cina – per rendere più facile la produzione e la distribuzione di vaccini, e quindi combattere meglio la pandemia. Ma finora gli Stati Uniti si sono sempre opposti

Olivier Matthys/Getty Images

In un cambio di rotta drammatico, l’amministrazione Biden ha annunciato di essere a favore della sospensione dei brevetti sui vaccini anti-Covid in modo da rendere più rapida la loro diffusione per combattere la pandemia. 

L’annuncio è stato dato da Katherine Tai, rappresentante degli Stati Uniti per il commercio, che ha promesso di portare la questione della proprietà intellettuale dei vaccini di fronte all’Organizzazione mondiale del commercio. “Siamo di fronte a una crisi sanitaria globale, e le circostanze straordinarie della pandemia di Covid-19 richiedono misure straordinarie”, ha detto Tai. Pur sottolineando che l’amministrazione Biden “crede fortemente nella protezione della proprietà intellettuale” come principio generale, è a favore della sua sospensione “per porre fine alla pandemia”. Tai ha anche promesso che l’amministrazione “lavorerà con il settore privato e con tutti i possibili partner per espandere la produzione e la distribuzione dei vaccini” e per aumentare la disponibilità delle materie prime necessarie a produrli. 

Ormai da mesi diversi Paesi – tra cui India, Sudafrica, Russia e Cina – fanno pressione per la sospensione della proprietà intellettuale sui vaccini, ma fino a ora gli Stati Uniti si sono sempre opposti, nonostante il parere più che favorevole di Tedros Adhanom, capo dell’Organizzazione mondiale della sanità: “Se non è adesso il momento di farlo, quando sarà? Siamo in un momento storico senza precedenti. E noi crediamo, l’OMS crede, che sia il momento di sospendere i diritti di proprietà intellettuale”.

Il cambio di rotta da parte degli Stati Uniti è significativo, e arriva mentre il numero dei contagi di Covid è esploso in modo catastrofico in India, portando a una crisi umanitaria in cui migliaia di persone stanno morendo ogni giorno per la mancanza di medicine, posti letto in ospedale e ossigeno. Inoltre, il cambio di rotta arriva anche dopo le polemiche causate da un vecchio video di Biden, risalente alla sua campagna elettorale del 2020 e tornato a girare in questi giorni, in cui il presidente prometteva di rimuovere i brevetti sui vaccini perché “è l’unica decisione umana possibile”.