Home Politica

Emma Coronel, la moglie del boss della droga El Chapo, è stata arrestata

È accusata di traffico di droga e di aver organizzato la famosa evasione di El Chapo dal carcere nel 2015

Emma Coronel Aispuro, center, wife of Joaquin "El Chapo" Guzman, leaves federal court in New York, Tuesday, Feb. 12, 2019. (AP Photo/Seth Wenig)

Emma Coronel Aispuro, la moglie del celebre boss del narcotraffico Joaquín Guzmán Loera – meglio noto come El Chapo – è stata arrestata ieri in Virginia, negli Stati Uniti, con l’accusa di essere coinvolta nel traffico internazionale di droga. Coronel, 31 anni, è una ex reginetta di bellezza e possiede la doppia cittadinanza statunitense e messicana. È stata arrestata all’aeroporto di Washington D.C.

Secondo il Dipartimento della Giustizia, Coronel è accusa ta di “un progetto per la distribuzione di un kg o più di eroina, 5 kg o più di cocaina, 1000 kg o più di marijuana e 500 grammi o più di metanfetamine importate illegalmente negli Stati Uniti”. Inoltre avrebbe “collaborato con terzi” per assistere suo marito nella sua spettacolare evasione dell’11 luglio 2015 dalla prigione di Altiplano, in Messico, dove El Chapo era detenuto. Il boss è stato poi arrestato nuovamente nel gennaio 2016 in Messico, e Coronel è accusata di aver “pianificato un’altra evasione per Guzmán prima che questi venisse estradato negli Stati Uniti nel gennaio 2017”.

Secondo i documenti del caso, tra il 2012 e il 2014, Coronel avrebbe “portato messaggi a nome di El Chapo gestendo le attività di narcotraffico mentre questi cercava di evitare la cattura da parte delle autorità messicane”. Secondo l’FBI, Guzmán e Coronel si sono sposati “all’incirca nel 2007”. Durante il processo di suo marito, Coronel aveva detto al New York Times, “lo ammiro, sia per essere l’uomo che ho conosciuto, sia per essere l’uomo che ho sposato”. 

El Chapo è stato condannato nel 2019 a 30 anni di carcere. Pochi mesi prima della sua cattura definitiva, nel 2016, aveva incontrato Sean Penn in una località segreta in Messico per un’intervista esclusiva con Rolling Stone. “Vendo più eroina, cocaina, metanfetamina e marijuana di chiunque altro al mondo”, si era vantato il boss in quell’occasione. 

Questo articolo è apparso originariamente su Rolling Stone US