Cosa riapre dopo Pasqua: tutte le restrizioni | Rolling Stone Italia
Home Politica

Cosa riapre dopo Pasqua: tutte le restrizioni

Per ora si pensa di far rimanere tutte le regioni in fascia arancione e rossa, per sicurezza, ma dipenderà dall'andamento dell'epidemia

Francesco Giase/RVM Broadcast/Mondadori Portfolio via Getty Images

Secondo quello che riporta Adnkronos, domani dovrebbe tenersi la cabina di regia tra il premier Draghi e le forze politiche che lo sostengono per discutere delle nuove misure anti-Covid, anche sulla base dei dati del reparto settimanale sull’epidemia a cura dell’Istituto Superiore di Sanità. Intanto, Draghi ha detto che “mentre la campagna di vaccinazione prosegue è bene cominciare a pensare e a pianificare le riaperture” se la situazione epidemiologica lo permette, cominciando dalla scuola. “Cominceremo a riaprire le scuole primarie e la scuola dell’infanzia anche nelle zone rosse allo scadere delle attuali restrizioni, ovvero speriamo, speriamo, subito dopo Pasqua”. 

Come riporta il Corriere della Sera, il Dpcm con le attuali restrizioni scadrà il 6 aprile. Per ora si pensa di far rimanere tutte le regioni in fascia arancione e rossa, per sicurezza. Probabilmente le eventuali riaperture saranno decise in base all’andamento dell’epidemia nel periodo appena prima di Pasqua, e probabilmente si deciderà di prolungare ancora lo stato di emergenza almeno fino a giugno per sostenere la campagna vaccinale. 

Quindi, cosa riaprirà dopo Pasqua? Come al solito per saperlo bisognerà vedere chi la spunterà tra il ministro della Salute Speranza, che tiene una linea prudente, e Lega e Forza Italia, che vogliono riaprire tutto a partire da bar e ristoranti. Secondo Repubblica il minimo è la zona arancione per tutta Italia, mentre Speranza vorrebbe impedire il ritorno della zona gialla fino a maggio – che invece il centrodestra vuole subito. Ma per la zona gialla serviranno numeri migliori per quanto riguarda l’epidemia. 

Dunque dopo Pasqua gli unici colori possibili per le regioni saranno rosso e arancione, oltre al bianco. Mentre ovviamente la riapertura di cinema e teatri, ipotizzata per questo fine settimana, è destinata a slittare.