Home Politica

C’è stato il primo contagio di coronavirus in Italia

Un 38enne italiano è ricoverato in terapia intensiva ed è risultato positivo al test per il coronavirus: non è stato in Cina di recente, quindi per la prima volta la malattia è stata trasmessa in Italia

Alberto Pizzoli/AFP via Getty Images

Finora il coronavirus aveva coinvolto l’Italia solo per vie traverse: il primo caso era stato un italiano residente a Wuhan, il secondo un italiano in crociera sulla Diamond Princess. Nel frattempo, sul nostro territorio nazionale c’erano stati soltanto i due cittadini cinesi infetti ricoverati allo Spallanzani di Roma. Oggi non è più così.

Come riporta questa mattina Repubblica, un 38enne italiano residente a Codogno, in provincia di Lodi, è risultato positivo al test del coronavirus ed è ora ricoverato in terapia intensiva, in condizioni ritenute molto gravi. Non si sa quando e come l’uomo abbia contratto il virus, ma di certo c’è che l’uomo non è stato in Cina di recente – il che vuol dire che questo è il primo caso di contagio avvenuto in Italia.

La moglie dell’uomo è stata messa in quarantena all’ospedale Sacco di Milano, così come un amico con cui l’uomo aveva cenato a fine gennaio e che prima di quella data era stato in Cina, che si sospetta possa avergli passato il virus (anche se  i giorni trascorsi dalla cena al manifestarsi dei sintomi sarebbero più di quelli finora considerati il periodo di incubazione). Nel frattempo si stanno anche individuando tutte le persone con cui potrebbe aver interagito per sottoporle ai test e in caso di necessità metterle in quarantena. 

***

Aggiornamento: oltre al 38enne di Codogno, alla moglie e all’amico ci sarebbero altri tre casi di coronavirus in Lombardia. Altre tre persone sono infatti arrivate nella notte all’ospedale di Codogno con un quadro clinico da polmonite e sono risultate positive al test. Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia, ha dichiarato che: “sono sei i casi di positività al coronavirus in Lombardia, a oggi abbiamo un numero cospicuo di persone su cui stiamo intervenendo, a oggi circa 250 persone sono in isolamento e a cui faremo il tampone”.

Intanto, nella zona epicentro del contagio si stanno prendendo precauzioni. I cittadini residenti a Castiglione d’Adda, Codogno e Casalpusterlengo sono stati invitati a rimanere in casa ed evitare contatti con altre persone. “La linea di massima precauzione adottata dall’Italia sulla vicenda Coronavirus ci consente di scacciare via qualsiasi allarmismo sociale e qualsiasi panico. Dovete fidarvi di quelle che sono le indicazioni ufficiali del ministero della Salute”, ha detto il premier Conte al riguardo. 

 

 

Leggi anche