Biden è diventato ufficialmente il nuovo presidente degli Stati Uniti | Rolling Stone Italia
Home Politica

Biden è diventato ufficialmente il nuovo presidente degli Stati Uniti

"Oggi non celebriamo la vittoria di un candidato ma della democrazia", ha detto nel suo primo discorso ufficiale

In una Washington D.C. blindata e senza pubblico – sostituito da una folla di bandiere americane – per via della pandemia, Joe Biden ha giurato questo pomeriggio ed è ufficialmente entrato in carica come 46esimo presidente degli Stati Uniti.

Nel suo primo discorso da presidente, Biden ha ringraziato tutti gli ex presidenti presenti al suo insediamento – e c’erano tutti tranne Donald Trump – e ha esordito parlando dell’attacco al Campidoglio dello scorso 6 gennaio. “Oggi non celebriamo la vittoria di un candidato ma della democrazia”, ha detto, democrazia che è “preziosa e fragile”. Ha poi elencato i problemi che ha ereditato dal suo predecessore: in primis la pandemia e le sue conseguenze sociali ed economiche, poi il cambiamento climatico e poi – ovviamente – un grosso problema di terrorismo interno.

“Serve la cosa più sfuggevole di tutte in una democrazia: l’unità”, ha proseguito, tornando su quello che è stato uno dei motivi principali della sua campagna elettorale – riuscire a rimettere insieme un Paese mai così diviso. Per farlo, ha detto il nuovo presidente, occorre “ripartire da zero” e “finirla con la guerra fra rossi e blu, conservatori e sinistra”. “Avremo bisogno l’uno dell’altro, avremo bisogna di tutta la nostra forza per uscire da questo incubo”, ha detto, parlando della pandemia – proprio ieri, il numero di americani morti per il Covid-19 ha superato i 400mila. Ed è stato dedicato a loro il suo primo atto ufficiale da presidente: un minuto di silenzio.

Biden si è poi rivolto al pubblico estero, compresi gli alleati storici degli Stati Uniti che negli ultimi 4 anni sono stati decisamente disorientati da Trump. “L’America è stata messa alla prova, e ne è uscita più forte. Ripareremo le nostre alleanze. Saremo una guida non con l’esempio della nostra forza, ma con la forza del nostro esempio”.