Home Politica

260mila in 24 ore: il nuovo record di casi positivi al coronavirus nel mondo

Anche se a noi sembra che la pandemia sia ormai sotto controllo, nel resto del mondo le cose stanno peggiorando: i nuovi centri mondiali dell'epidemia sono Stati Uniti, India, Brasile e Sudafrica

Una struttura d'emergenza per i malati di coronavirus a Brescia

Foto: MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images

Questo sabato l’Organizzazione mondiale della Sanità ha comunicato ufficialmente che nelle ultime 24 ore sono stati registrati in tutto il mondo 260mila nuovi casi di coronavirus – l’incremento più alto dall’inizio della pandemia. I morti in tutto il mondo invece sono stati 7.360, l’aumento maggiore da maggio. A dimostrazione del fatto che, per quanto a noi sembri che la situazione della pandemia sia ormai sotto controllo, non è affatto così. Mentre in Europa contagi, ricoveri e morti si sono stabilizzati a un livello piuttosto basso, infatti, in altre zone del mondo il coronavirus si sta diffondendo a grande velocità.

Il nuovo centro mondiale dell’epidemia è in quattro Paesi: Stati Uniti, India, Brasile e Sudafrica. Negli Stati Uniti gli Stati più colpiti attualmente sono Florida, Texas e Arizona. La gestione dell’epidemia di Donald Trump continua a essere disastrosa, con il rifiuto di imporre l’obbligo di indossare la mascherina a livello nazionale e il rifiuto di approvare un piano di investimenti per aiutare gli Stati a fare test e tracciare i contagi.

Oltre agli Stati Uniti, in India i contagi stanno aumentando molto velocemente e la situazione è stata peggiorata dalle prime riaperture decise dal governo. In Brasile, la gestione dell’epidemia di Bolsonaro è se possibile persino peggiore di quella di Trump mentre in Sudafrica, dove il governo ha imposto il lockdown fin da subito, a preoccupare è la situazione negli ospedali, dove mancano posti letto e dispositivi di protezione.