Home Opinioni Opinioni TV

X Factor 12, le pagelle della semifinale

Nell'ultima puntata prima del Mediolanum Forum succede di tutto, tra l'addio di Agnelli e l'eliminazione di un favorito alla vittoria finale

Foto di Jule Hering

Eccoci qui, arrivati a un passo dalla finale di questa edizione di X Factor. La puntata di ieri con la doppia eliminazione è stata una specie di thriller pieno di colpi di scena, a partire dall’eliminazione di Martina Attili, favoritissima per la vittoria, fino all’addio di Agnelli a fine puntata. È stato eliminato anche Leo Gassman, così ogni giudice avrà un finalista sul palco del Forum di Assago, sul quale potrà davvero succedere di tutto.

Naomi voto: 9

Dopo aver sfiorato l’eliminazione un paio di puntate fa, è nata una nuova Naomi. Ieri ha portato a casa altre due esibizioni che non stanno né in cielo né in terra, per la gioia di Fedez che è riuscito a fare il miracolo di portare in finale una concorrente con una squadra oggettivamente scarsa. Ci sarebbero persino possibilità di fare il colpaccio e vincere: bisognerebbe solo prendere e buttare al secchio l’inedito di Naomi e chi gliel’ha scritto.

Leo Gassman voto: 5,5

Mi diverto come pochi quando Liam Gallagher prende per il culo Noel su twitter, ma non sono riuscito a fermare l’indignazione per la cover di Dead in the water in stile Nickelback da un Leo Gassman con le treccine di Sean Paul. Un po’ meglio con Lucio Dalla, ma quelle treccine no, mi dispiace ma valgono l’eliminazione.

Luna voto: 7

Sono fortemente convinto che sia la proposta più contemporanea di questa edizione di X Factor, e dobbiamo proteggerla come un’orsa polare visto che viviamo in un’Italia in cui i cinque artisti più ascoltati nel 2018 su Spotify sono cinque maschi che fanno rap o trap con annesse conseguenze nel linguaggio. La vittoria di Luna potrebbe essere una bella risposta in controtendenza.

Martina Attili voto: 6

Citando Nick Cave: Hannah Montana does the African Savannah. È una specie di augurio per Martina che ieri è stata eliminata a bruciapelo sebbene non in maniera del tutto inaspettata, visto che aveva steccato un paio di esibizioni dopo gli inediti, come se avesse perso totalmente stimoli e motivazioni. Il suo mondo è fuori da X Factor.

Bowland voto: 10

Ho capito solo ieri che il bassista dei Bowland è Luigi Di Capua dei The Pills, ma al di là di questo, sono davvero felice che siano riusciti ad arrivare in finale, soprattutto dopo aver dimostrato ancora una volta di poter fare qualsiasi cosa con Woodkid e con l’Italiano di Amandoti dei CCCP. Arrivati a questo punto è giusto anche schierarsi: noi tifiamo per loro.

Anastasio voto: 6,5

È il Fabio Fazio dei rapper, una specie di Fabri Fibra innocuo da prima serata. È il favorito per la vittoria finale, il che significa che per dieci anni ci riempirà addosso rime totalmente inoffensive con quell’enfasi che è solo fumo negli occhi, in realtà sta dicendo cose qualsiasi. Per carità, Anastasio è bravo e gli vogliamo bene, però abbiamo un disperato bisogno di personaggio sovversivi.

Leggi anche