‘DOC – Nelle tue mani 2’, tra family drama e Bonvegna superstar | Rolling Stone Italia
Home Opinioni Opinioni TV

‘DOC – Nelle tue mani 2’, tra family drama e Bonvegna superstar

Mentre al Policlinico Ambrosiano si prepara il finalone, ecco i nostri due cent settimanali

Pierpaolo Spollon (Riccardo Bonvegna) e Matilde Gioli (Giulia Giordano)

Foto: LuxVide

Family drama

Ma quale This Is Us, ma quale Noi. Qua DOC regala pure scene family drama da antologia. Prima la figlia della caposala Teresa, ricoverata per un attacco mentre imparava a guidare con il compagno della madre, Enrico: quando arriva pure il padre volano parole grosse, pugni che manco in Altrimenti ci arrabbiamo. La ragazza ha ingerito della formaldeide, c’è un sospetto di suicidio. Insomma, tutto il pacchetto. Poi tocca al compagno della mamma di Giulia (che al mercato mio padre comprò): il team Fanti risolve anche questa. Ma, non temete, ce n’è anche per Fanti: Carolina è ripiombata nella bulimia. Se n’è accorto anche il primario di chirurgia Valenti, che, per una volta, fa la cosa giusta: va dritto da Doc. Inutile dire che Carolina la prende malissimo. E dà inizio all’inevitabile catena di eventi che porterà al finalone della prossima settimana. Siamo pronti.

Bonvegna superstar

Nell’ordine abbiamo: Bonvegna incazzato perché ha saputo che Doc ha nascosto un aspetto fondamentale della morte di Lazzarini, Bonvegna che prende il palo da Alba, Bonvegna che ammette di essere workaholico (cit.), Bonvegna e il feeling-sempre-più-feeling con Carolina. Pare che gli sceneggiatori abbiano ascoltato Rolling (sì, ci piace pensarla così) e dato a Spollon quello che gli spettava (tra l’altro: bravissimo lui). Dippiù: praticamente c’è il riconoscimento inequivocabile dello status di Riccardo (who else?) allievo numero 1 di Doc. In breve: una della Twitter gang-bang di Spollon (produzione, ammettilo, DAI) si è fatta ricoverare all’Ambrosiano per essere curata da Bonvegna e SOLO da Bonvegna, praticamente ormai “la Chiara Ferragni degli ospedali milanesi” (cit. Pierpaolo). Il Riccardo nazionale non delude e trova un modo very Doc di aiutarla. Applausi, ok, però adesso “stai calmo” (cit. Argentero).

Ah, l’amour

Gabriel è partito per l’Etiopia, ha chiesto ad Elisa di andare con lui, ma lei – of course – ha strappato il biglietto, salvo poi ammettere che lui le manca da morire tra le braccia (amiche) di Cesconi (che poi sennò equivocate come GG, e qui c’è bisogno di certezze). Ce la faranno i nostri tormentatissimi eroi romantici a tornare finalmente insieme? Per dirla con parole più semplici: ‘sto limone (cit. Malanchino) arriva o non arriva?

La backstory della bitch

Quante volte vi siete chiesti perché la bitch di questa stagione, aka la nuova primaria Cecilia Tedeschi, è diventata così bitch? Dopo il tuffo nella sua vita privata della scorsa puntata, ora la virologa spiega perché veda epidemie dappertutto (la madre, pure lei medico, è morta durante le ricerche che hanno portato all’individuazione della SARS2) e perché abbia un approccio tanto “scientifico” nei confronti dei pazienti. Ma ormai Doc ha sciolto pure il cuore di miss Tedeschi, al punto che lei gli chiede di restare in squadra quando lui tornerà primario. Oltre a fargli costantemente gli occhi a cuore.

Complicazioni per Doc

Ma Doc riuscirà davvero a tornare a capo del reparto? Fanti trema perché Carolina ha detto tutto a Bonvegna, ma, soprattutto, la Tedeschi ha scoperto ulteriori elementi su Lazzarini che, da perfettina qual è, ha riferito al responsabile amministrativo Caruso, quello che ce l’ha con il nostro dall’inizio. Intanto Doc, nel dubbio, piazza un paio di pep talk.