Home Opinioni Opinioni Musica

La canzone da ascoltare oggi è ‘Polly’ di Moses Sumney

Il soulman americano riscatta la protagonista di tante murder ballads: Polly non è più vittima di omicidi e stupri, ma un’amante che detta le regole del gioco. E a lui non resta che chiedere: “Sono solo la scopata del venerdì?”

C’è tutto un filone di canzoni dedicate a donne o ragazze chiamate Polly. Sono quasi sempre vittime. Nel traditional nordamericano Pretty Polly la protagonista è una ragazza che viene rapita, portata nel bosco e uccisa. In alcune versioni della canzone, il suo amante la uccide quando scopre che è incinta. La Polly dei Kinks lascia la casa paterna per cercare fortuna in città, ma finisce nei guai. La Polly dei Nirvana è basata sulla storia vera del rapimento e dello stupro di una quattordicenne – poco dopo la pubblicazione, due uomini violentarono una ragazza cantando la canzone, con grande orrore di Kurt Cobain che ne scrisse nelle note di copertina di Incesticide.

Moses Sumney, il soulman americano che nasceva quando i Nirvana incidevano il pezzo, riscatta il destino di tutte queste ragazze nel suo ultimo singolo. La sua Polly, descritta in un testo solo apparentemente dolce e pieno di allitterazioni, è una donna forte, è l’oggetto del desiderio, è una dominatrice. Accompagnato da una chitarra acustica e da fioriture vocali svolazzanti, Sumney descrive una relazione sbilanciata. Lui vuole essere “zucchero filato che si scioglie nella bocca di molte amanti”, il verso più bello ed enigmatico della canzone. Polly è una seduttrice, circondata da uomini che la lusingano. L’uomo vuole dissolversi in quella stessa promiscuità, forse per sfuggire al potere della ragazza. “Ovviamente non pensi molto a me”, confessa. E chiede: “Per te sono solo la scopata del venerdì?”.

Polly descrive la sottomissione e la confusione sentimentale e sessuale in modo inaspettatamente dolce e volutamente sfumato. Unitamente al singolo uscito in novembre intitolato Virile, sarà inclusa nella prima parte del nuovo album di Sumney grae che sarà disponibile in streaming nel febbraio 2020. La seconda parte e l’edizione fisica del disco saranno disponibili dal 15 maggio 2020. grae è il secondo album del cantante. Il primo, Aromanticism, è uscito nel 2017.

Leggi anche