Justin Bieber sul tetto del Beverly Hilton: marito devoto, peccatore pentito, popstar | Rolling Stone Italia
Home Opinioni Opinioni Musica

Justin Bieber sul tetto del Beverly Hilton: marito devoto, peccatore pentito, popstar

'Our World' segue il cantante nei preparativi di un concerto speciale, ma a differenza di altri docufilm musicali rivela ben poco del personaggio. E anche per oggi scopriremo chi è davvero Bieber domani

Justin Bieber nel poster di 'One World - Il nostro mondo', disponibile su Prime Video

L’ho visto più di una volta, nel dubbio che mi fosse sfuggito qualcosa, che avessi skippato un segmento, perso uno di quei momenti rivelatori menzionati nella sinossi. Sinceramente non li ho trovati. Zero, zilch, nada. Justin Bieber: Our World non ha nessuno degli elementi che rendono interessante un docufilm musicale: quelli che mostrano uno spaccato di vita, una lotta interiore dell’artista, oppure che esaminano la sua lotta, caduta, trionfo, le sue ansie come Don’t Look Back su Bob Dylan, A letto con Madonna, Searching for Sugar Man su Sixto Rodriguez o il meraviglioso Tina.

Our World (dall’8 ottobre su Prime Video in oltre 240 Paesi) racconta il primo concerto di Justin Bieber dopo una pausa di tre anni. È diretto da Michael D. Ratner, con il quale il cantante ha collaborato al documentario del 2020 Justin Bieber: Seasons, l’anteprima YouTube Originals più vista al mondo, e il seguito Next Chapter. Nonostante gli sforzi per essere rilevante – da lodare l’entusiasmo di Bieber – più che un film sembra un’operazione di brand management, un esercizio di PR di proporzioni planetarie.

Se mancano indizi sulla crescita personale di Bieber, ci sono invece numerose canzoni e coreografie di quelle che suscitano la devozione cieca dei fan di uno dei cantanti pop più amati al mondo: quasi 200 milioni di follower di Instagram, 60/80 milioni di dollari di cachet annuali per i tour, 150 milioni di dischi venduti, cifre che fanno dell’autore di Peaches, che è anche il nome della linea di joint pre-rollati lanciata dal cantante (“I get my peaches from Georgia and my weed from California”), non solo un’icona pop, ma anche una delle prime mega popstar a diventare maggiorenne nell’era dei social media.

Temi ricorrenti nel film sono la pandemia, le scuse rivolte a tutti per gli errori di gioventù, la crescita mentale e caratteriale, l’amore per la moglie Hailey che ha finalmente dato al cantante il giusto equilibrio. Poche celebrità possono dire di essere cresciute sotto lo sguardo costante dell’opinione pubblica come ha fatto l’ex ragazzo terribile i cui passi falsi sono serviti sia da materiale per pettegolezzi, sia da carburante per un Apology Tour, sia per un coming back album multiplatino. Non è da tutti.

Il film mostra i preparativi per il concerto di Capodanno 2021, il primo dopo tre anni, sul tetto del Beverly Hilton dove solo 240 fan hanno potuto ritrovarsi, sparsi sui balconi dell’hotel, mentre il resto del mondo s’è dovuto accontentare di un livestream. C’è il resoconto degli ultimi 30 giorni di preparativi tra incidenti di percorso, ritardi, personale positivo al Covid-19 e un raro temporale nel sud della California.

Our World è una celebrazione del cantante pop e della sua enorme fan base che ha superato il 2020, «un anno infernale», come lo definisce il cantante. Quanto ai momenti personali tanto reclamizzati dal trailer, sarà anche divertente vedere Bieber fare vlogging o le passeggiate mattutine con Hailey, la routine di pulizia denti/volto, la colazione, le coccole nel letto con il cane e i numerosi selfie, ma solo i die hard fans possono godere di un’ora e mezza di documentario inframmezzato da prove (bellissime quelle sul tetto del Beverly Hilton), spezzoni semi-personali (che Bieber adori l’umidificatore non spacca il web) girati con il telefonino (sicuramente T-Mobile, suo sponsor) e testimonianze risapute di coreografo, bassista, tour manager, stilista, ballerini che ripetono quanto Bieber sia diventato uomo e marito. In che modo, però, non ci è dato saperlo.

Una rivelazione degna di nota Bieber ce la fa, rivelazione che, se vera, sarebbe uno scoop. Alla domanda della dolce Hailey «Babe, cosa ti aspetti dal 2021?», la risposta di Justin è tenera: «Raggiungere i miei obiettivi, amare la mia famiglia e…». Niente spoiler. Per saperlo dovete guardare il doc, mica ve lo rivelo io.

Altre notizie su:  justin bieber