Conglomerandocene: Canzoniere del contemporaneo, parte II | Rolling Stone Italia

Conglomerandocene
Home Opinioni

Conglomerandocene: Canzoniere del contemporaneo, parte II

Nella nuova puntata della rubrica dello Sgargabonzi su Rolling Stone, ‘Donna’, ‘Acquascivoli’ e altre poesie straordinarie direttamente dal suo canzoniere

DONNA

donna
essere sensazionale
ripeto
sensazionale
sarà una fissa mia
ma mi rimangono troppo bene
la pelle speciale
gli occhi che anticipano i sorrisi
quei capini che calano stanchi quando è sera
quelle ditine nervose che scartano i boeri
quel cappellaccio da pensionato
e poi i nomi
giulia stefania ludovica
ludovica un paio di coglioni

VILLAGGI TURISTICI

villaggi turistici
anche nei villaggi turistici si provano emozioni
certo, emozioni
ma sono emozioni di plastica
là dentro tutto è di plastica
finto fasullo artificiale
di plastica

SOLIDARIETÀ

popolazioni schiantate
nella povertà avviluppate
bambini che non ne parliamo
e allora
un soldino qui
un soldino lì
cercare di emancipare un attimo
la situazione
tutto qui

ACQUASCIVOLI

che bello “giostrare” sugli acquascivoli
tornare bambini
quando non avevamo responsabilità
se non quella di essere felici
quante emozioni sopra gli acquascivoli
allegria parsimonia cordoglio eccetera
solo cose positive a guazzo negli acquascivoli
ma se questi acquascivoli
sono dentro i villaggi
turistici
quelle emozioni diventano
emozioni di plastica

ELEONORA

per te
laverei nell’oceano
questo piattino
da caffè
per te
sposterei questa statuina
più in là
per te
colorerei di azzurro
questo tondo
per te
tutto questo
di più no
per una bella troia
invece
di più sì
e te lo ridico
col rischio di farti schifo
per te al massimo questo la statuina le cose per una bella troia molto molto di più

PARCHI ACQUATICI

emozioni di plastica
lo dico subito
non rischiate di trovarne
nei parchi acquatici
orche delfini granchi ammaestrati
domatori ad essi “ammainati”
non so se si può dire
grandi emozioni per tutti i bambini
e anche per i loro “babbini”
un’ondata di qua
un bel tricheco di là
ma se questi parchi acquatici
sono dentro ai villaggi
turistici
ecco che quelle emozioni
di colpo si fanno
emozioni di plastica

DIO

dio
personaggio di fantasia
te lo dico subito
se tu fossi esistito
non avresti
fatto morire
di una neoplasia
al sistema linfatico
mio figlio mimmo
cinque anni
davanti a
un tabaccaio impressionabile
ma
due metri più in là

DONNE

donne
creature meravigliose
innamorate della vita
madri mogli figlie
realizzate e belle
in carriera
Oko Nunokkio Perils Ociale
ma queste donne
queste stesse donne
quando incontrano
uomini di plastica
ecco che diventano
(purtroppo, aggiungerei)
donne ai margini

VOGLIA DI GRIDARE

sono stato il primo a dirlo
lo dissi
quando nessuno lo diceva
lo dissi
a costo di passare per pazzo
per un facinoroso
per un oligofrenico
lo dissi
mi presi botte
e sampietrini
lo dissi
fino a perdere la voce
in una stanza vuota
in un gruppo sparuto di sognatori
in piazza
con milioni di persone
lo dissi
e continuo a farlo
perché
non imparo mai dai miei errori
lo dissi
e lo ridico ancora
baluardo nazionale
di questa mia missione
con tanto di certificazione
FAO
(dimostrabile)
oggi e per sempre…
no tav

IL RE

sei un re
hai mille sudditi attorno
cortigiane che non vedono
l’ora di
lascio a voi immaginare cosa
tavole imbandite di astici
ripieni di
lascio a voi immaginare cosa
ma se all’apice della tua
gloria
scopri che il tuo regno
ha la forgia
di un villaggio turistico
ecco che la tua corona diventa
una corona di carta

DONNA TOMO SECONDO

donna
dolce tentazione
madida evasione
sapida ossessione
o nel caso di
imprenditrici edili
proprietaria d’un capannone

Altre notizie su:  Conglomerandocene