Conglomerandocene: 21 curiosità su Will Smith | Rolling Stone Italia

Conglomerandocene
Home Opinioni

Conglomerandocene: 21 curiosità su Will Smith

Nella nuova puntata della rubrica dello Sgargabonzi su Rolling Stone, la preparazione per ‘Man in Black’, le reazioni al pugno dato a Chris Rock e altri fatti poco noti sull’attore americano

Will Smith con l'Oscar come miglior attore protagonista per 'Una famiglia vincente – King Richard'

Foto: Neilson Barnard/Getty Images

1. È noto in tutto il mondo come il Pieraccioni di Los Angeles.

2. Era stato preso in considerazione per sostituire Fernandel in Peppone e Don Camillo ma alla fine non venne preso in quanto neonato.

3. Per Man In Black rubò il vestito a una salma esposta all’obitorio di Chieti.

4. «Chiedo scusa a tutti, mi sono reso protagonista di una bruttissima pagina», ha detto nel suo discorso parlando del film Alla ricerca della felicità di Gabriele Muccino.

5. Sul finire degli anni ‘90 comparve all’interno di Felice Caccamo, sfruttando il chroma key della cravatta.

6. Alla recente notte degli Oscar, se l’è presa con Chris Rock per una battuta infelice sulla moglie, nonostante sia lui il primo a chiamarla Condor Galliani.

7. Il suo primo successo Willy, il principe di Bel-Air, dietro la patina della commedia ridanciana, nascondeva neanche troppo velatamente una tutta una serie di potenti messaggi rivolti a una delle comunità storicamente più mortificate e offese d’America: i quaccheri.

8. Recentemente, per rassicurare una folla di sfollati per il terremoto in Caledonia, ha detto loro che anche nelle caramelle, per la loro struttura glucidica, possono avvenire dei micro-terremoti.

9. Il commento di Robert De Niro al pugno dato da Will Smith a Chris Rock: «Loro le cose le risolvono così».

10. Il commento di Owen Wilson: «Io la moglie di Will me la farei pure coi capelli!»

11. Will Smith non vuole che si scherzi sulle malattie ma è il primo a fare battute sull’omosessualità.

12. Tramite una lettera anonima scritta col normografo, ha dichiarato che il prossimo comico che colpirà è il nostrano Daniele Tinti.

13. Il Parlamento americano sta pensando di sostituirlo a Joe Biden per avere un presidente meno umorale.

14. Attore da sempre attivo sul fronte della beneficenza, ha recentemente donato 10mila piccole bare bianche ai bambini del Darfur.

15. Will sa essere vicino al suo pubblico come pochi: durante le riprese di Independence Day ha chiamato per tutto il tempo il suo collega Jeff Goldblum «Quello lì, dai, quello che ha fatto la Mosca!»

16. È affetto dalla Sindrome di Schillinger, ovvero la fobia di viaggiare in aereo perché spaventato dall’idea che il velivolo possa trasportare una vasca con uno squalo e che questa si spacchi per uno scossone.

17. Il composto commento del presidente Biden sulla vicenda degli Oscar 2022: «Il primo ne*ro ha detto una cosa molto brutta sulla moglie ne*ra del secondo ne*ro, penso quindi che il secondo ne*ro abbia fatto bene a colpire il primo ne*ro».

18. Ancora palpabile negli ambienti Fininvest l’imbarazzo per la trasposizione rivierasca del Fresh Prince of Bel-Air, la tragica Willy – il principe di Bellaria, una miniserie in otto episodi che vede un dimesso Enzo Iacchetti aggirarsi per i bagni più famosi della costa riminese vestito come Jovanotti. L’episodio pilota vede Willy-Iacchetti defecarsi addosso dopo aver mangiato una fetta di cocco marcia comprata da un ambulante.

19. Dietro il misterioso August, con cui Jada Pinkett Smith ha raccontato di aver avuto una relazione durante il matrimonio accettata dal marito, si nasconderebbe il nostrano Roberto Citran.

20. Denzel Washington, dopo il cazzotto a Chris Rock, si è rivolto a Will Smith: «Ricorda, figliolo, è nel tuo momento più alto che il diavolo viene a prenderti!»
Will Smith: «Beh, si fa presto a dire momento più alto, aspettiamo… Non ho ancora vinto l’Oscar…»
DW: «Ma tu hai già vinto!»
WS: «Ma come? Non sono ancora arrivati al miglior attore!»
DW: «Scusa, ma non ti è arrivata una mail dieci giorni fa con tutti i vincitori?»
WS: «Guarda, ti assicuro che non mi è arrivato nulla… Forse nello spam…»
DW: «Ecco, controlla un secondo… Comunque hai vinto, eh…»
WS: «Ah, vedo ora! Ho vinto per il film King Richard, non me l’aspettavo! Pensavo più Men in Black II!»
DW: «Eh ma agli Oscar premiano i film dell’anno».
WS: «Ah pensa, funziona così?»

21. Una volta ha pianto vedendo un pellicano malato.

Altre notizie su:  Will Smith Conglomerandocene