Morgan, la denuncia per stalking di Angelica, i messaggi violenti, Calcutta: che cosa sta succedendo | Rolling Stone Italia
Una brutta storia

Morgan, la denuncia per stalking di Angelica, i messaggi violenti, Calcutta: che cosa sta succedendo

Il Fatto Quotidiano riproduce i messaggi pesantissimi inviati dal musicista alla ex e non solo. La cantante esce dal riserbo, si dice «sola e abbandonata dalle istituzioni», incassa la solidarietà delle colleghe. Calcutta, suo fidanzato attuale, interrompe ogni legame con la Warner che ha messo sotto contratto Castoldi e che oggi lo ha scaricato. Ecco un riassunto della vicenda, in attesa del processo che stabilirà i fatti

Morgan, la denuncia per stalking di Angelica, i messaggi violenti, Calcutta: che cosa sta succedendo

Morgan

Foto: Matteo Baglyo Baglioni

Selvaggia Lucarelli ha pubblicato oggi sul Fatto Quotidiano un articolo relativo alla denuncia della cantante Angelica Schiatti che accusa il suo ex Morgan di stalking. Nel pezzo sono riprodotti messaggi particolarmente violenti e minacciosi rivolti da Marco Castoldi alla sua ex e a Calcutta (fidanzato di Angelica). Uscendo dal riserbo, Angelica ha pubblicato un messaggio su Instagram incassando la solidarietà di molte colleghe. Calcutta ha spiegato di voler interrompere ogni legame con la casa discografica Warner colpevole a suo dire di aver messo sotto contratto Morgan pur essendo a conoscenza dei fatti. Ecco un riassunto della vicenda, in attesa del processo che stabilirà i fatti e della sentenza che verrà emessa da un tribunale.

La denuncia di Angelica Schiatti risale al 2020. L’udienza preliminare si è svolta a Lecco il 10 ottobre del 2023, la prossima è fissata al 13 settembre 2024. Sul Fatto, Lucarelli riporta le chat private nelle quali Morgan, una volta che Schiatti ha chiuso la relazione, avrebbe continuato a cercarla insistentemente, arrivando a insultarla e minacciarla, scrivendo anche al nuovo compagno della donna, Calcutta.

Da quanto emerso finora, dopo la denuncia è stato attivato il Codice Rosso e Morgan ha subito una perquisizione in casa. Il musicista ha comunque continuato a inviare alla donna messaggi minatori, oltre ad aver pubblicato in alcune chat video e foto erotici che la riguardano: «E adesso per la gioia di tutti i segaioli del mondo vi sparo una tripletta di video porno di A. che vi mettono a posto per qualche anno», con in allegato una foto di Schiatti: questa la trascrizione che Lucarelli ha pubblicato di una chat chiamata InArteMorgan. A chi gli ha fatto notare in chat la gravità del gesto, il musicista ha risposto: «Non posso condividere con qualcuno un po’ di santa troiaggine di una troia che ha fatto la troia perché è troia e sa fare solo la troia?».

Secondo quanto riporta il Fatto, Morgan avrebbe finto di essere il rapper Willie Peyote per ricontattare Angelica e proporle una collaborazione. Avrebbe inoltre contattato la madre di Angelica accusandola di avere manipolato la figlia, scrivendo: «Se mi incazzo esplode il vulcano e Angelica si scava la bara». Non contento, avrebbe contattato alcune amiche di Schiatti, sostenendo che lei non è fedele col nuovo compagno: «Siamo una famiglia di bovini-ovini allargata nel senso di orifizio anale che conta una dozzina di maschi adulti».

Morgan avrebbe persino coinvolto due ragazzi di cui uno pregiudicato per pedinare, forse persino per minacciare Angelica e portarla da lui perché «ho bisogno di svuotare le palle». In un messaggio che Morgan avrebbe inviato via Telegram a Calcutta si legge: «Ehi piccola merdina secca. Quando il tuo piccolo cazzo non verrà più succhiato dalla mia donna te lo metterà in culo quello di un negro gigante. Tu possa essere maledetto e andare dove sta tua madre infame cane». Nonostante ciò, i giudici non hanno emesso un esplicito divieto di avvicinamento alla donna.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da ANGELICA (@santangelica)

In mattinata Angelica Schiatti è uscita dal suo consueto riserbo sulla vicenda scrivendo su Instagram: «Grazie di cuore per la solidarietà e l’affetto che sto ricevendo da molti di voi. Sono stata in silenzio quattro anni e continuerò a restarci (tanto sono i fatti che parlano per me) sperando che la giustizia possa fare il suo corso in tempi umani. Mi sono sentita e mi sento molto sola e abbandonata dalle istituzioni. Questa mia è la condizione di una donna che trova il coraggio per denunciare in Italia, che cerca di difendersi e di tutelare la propria dignità e che non dovrebbe MAI essere lasciata sola».

Schiatti ha incassato la solidarietà di molti colleghi e non solo, tra cui Tommaso Paradiso («Tutta la mia solidarietà. Che paese di merda, lo mandassero ancora in televisione a spiegarci la vita»), ma anche Elodie, Emma, Rose Villain, Andrea Delogu, Rachele Bastreghi dei Baustelle, Clara, BigMama, VV, Giorgieness, Erica Mou, Giorgia Soleri, per citarne alcuni.

Anche Calcutta ha deciso di commentare: «Odio parlare della mia vita privata anzi odio parlare ma adesso mi tocca. Oggi sono usciti diversi articoli che parlano di quello che ha dovuto subire la mia ragazza in questi 4 anni. Vi assicuro che i fatti atroci riportati nell’articolo sono solo una piccola parte di quelli accaduti e hanno modificato la nostra vita più di quanto si possa immaginare. La cronaca purtroppo parla troppo spesso di vicende simili che finiscono nel peggiore dei modi».

Non solo: Calcutta parla anche della Warner, l’etichetta per la quale Morgan ha appena firmato un contratto, dei suoi artisti e persino dei suoi dipendenti. «Warner Music Italia (che non posso taggare perché è già nella lista account bloccati) ha deciso di offrire un contratto a questo persecutore nonostante fosse a conoscenza dei fatti. Per questo mi sembra giusto interrompere ogni mio possibile rapporto lavorativo con questa etichetta. Le canzoni che scrivo non saranno più disponibili per gli/le interpreti del loro roster, e tutti i suoi dipendenti non sono più i benvenuti ai miei concerti. Non sarà un piacere neanche incontrarli per strada sinceramente perché chi si comporta così restando in silenzio ai miei occhi è complice. Guardatevi dentro ogni tanto».

Questo pomeriggio Warner Music Italy, «alla luce dei contenuti e dei messaggi emersi e riportati dalla stampa italiana», ha dato mandato ai suoi legali per interrompere il rapporto contrattuale in corso con Morgan «lasciando che la questione sia dibattuta nelle giuste sedi».

Si attende la replica di Morgan e/o della sua legale.

Altre notizie su:  angelica Morgan