Adam Levine e il giorno in cui abbiamo iniziato a stupirci che le star sco*ino in giro | Rolling Stone Italia
Home Musica Storie

Adam Levine e il giorno in cui abbiamo iniziato a stupirci che le star sco*ino in giro

I messaggi privati diventati pubblici del frontman dei Maroon 5 diventano l’occasione per un ennesimo scandalo. È il 2022, e ancora ci stupiamo che le persone tradiscano. E, soprattutto, non impariamo mai a farci i ca**i nostri

Foto: Kevin Winter/Getty Images

Oggi a me… domani a te: era il 1968 ed era un film di Tonino Cervi con Bud Spencer e Terence Hill, ma pure una previsione saggia dei tempi correnti. Nuovo protagonista dell’ultimo scandalo web è Adam Levine, cantante dei Maroon 5 noto per le canzoni ma anche per i suoi addominali. Qualche giorno fa, l’abbiamo visto su tanti siti, Levine è tornato sui tabloid per una questione che riguarda la sua vita privata.

Una storia di gossip: Sumner Stroh, modella 23enne con milioni di fan sui social, ha pubblicato un video in cui racconta di aver avuto una relazione durata circa un anno con Levine, che però è sposato dal 2014 con Behati Prinsloo, modella di Victoria’s Secret da cui aspetta il terzo figlio.

Video confessione necessaria, dice Sumner, dopo che alcuni amici (chiamali amici) con cui aveva incautamente condiviso gli screenshot dei messaggi del cantante avrebbero cercato di venderli ai tabloid. Si è quindi immolata per la causa, diciamo. E noi facciamo finta di crederci:

Nel video, Stroh mostra i messaggi che le avrebbe inviato Levine «È incredibile quanto tu sia fottutamente sexy. Mi fa impazzire. Sei 50 volte più sexy di persona» (nell’epoca di FaceApp, è un complimentone). I due non si sentivano da qualche mese quando Levine sarebbe ricomparso con il seguente messaggio (anch’esso screenshottato): «Ok, domanda seria. Sto per avere un altro bambino e se è maschio voglio davvero chiamarlo Sumner. Ti va bene? Sono molto serio».

La modella a quel punto si sarebbe sentita presa in giro, da qui i messaggi inviati agli amici. Messaggi, soprattutto quello sul nome del nascituro, che ci fanno capire che Adam Levine non dovrebbe fare il cantante ma lo sceneggiatore di Beautiful, Dynasty, o comunque di qualche serie piena di stronzi che si innamorano, si lasciano, si tradiscono ma soprattutto flirtano male.

Resta il fatto che è da una settimana che il frontman dei Maroon 5 viene massacrato sul web. Dai classici «uomo di merda» e «fai schifo» degli utenti alle redazioni assortite, dove estratti delle conversazioni tra lui e Sumner diventano notizie con titoli così: «Adam Levine dice in DM che le belle ragazze non ascoltano il metal».

E poi i meme, parte più innocua, in cui le frasi che Adam ha utilizzato per il rimorchio, non quello agricolo, sono diventate virali. «It’s truly unreal how fucking hot you are», ma anche «Holy fucking fuck, the body of yours is absurd». Frasi che ci fanno capire che non basta essere famosi per non essere salvi dall’imbarazzo, ma che comunque nei DM dovevano restare, contestualizzate dentro una conversazione in cui due adulti consenzienti flirtavano e di cui, soprattutto, dovrebbe comunque fregarci meno di zero.

Uno dei migliori meme in circolazione:



Tempo poche ore e arrivano ovviamente altre ragazze che dicono di aver flirtato con lui: cinque, sei, sette, che importa. Altri titoli di giornale: «Adam Levine accused of sending flirty messages to two more models». Sì, la notizia è che un cantante famosissimo e fisicato mandi messaggi a delle modelle mentre ha una relazione con un’altra donna. Triste? Sicuramente. Viscido? Senza dubbio. Da stupirsene? Solo se vivete a Gardaland.

Perché la cosa che più mi ha fatto strabuzzare gli occhi di questa vicenda non è che Adam Levine tradisca la moglie. La cosa che mi stupisce è la sorpresa, soprattutto dei più giovani twittaroli e tiktoker, di trovarsi davanti una storia così. Che dici ok che sei giovane, forse non sai ancora com’è il mondo. Forse sei ancora così fresco che ti immagini che le coppie siano perfette, complementari, come lo ying e lo yang, come i biscotti del Ringo. E invece vi facciamo questo spoilerone: non è così. Spesso le relazioni fanno schifo e ci sono mille motivi per cui le persone tradiscono.

Succede ai vostri amici, ai vostri genitori, a quelli che stanno insieme da poco, a quelli che stanno insieme da tanto, agli impiegati della posta e, pensa un po’, pure alle popstar. Ma alle popstar molto più degli impiegati di posta, e non bisogna spiegare perché. Lo fa anche Adam Levine, su cui non si sa per quale motivo c’erano alte aspettative di fedeltà coniugale o moralità. Forse è sempre il solito discorso: idealizziamo le persone famose come migliori di noi, d’altronde quei denti di ceramica fanno il loro effetto.

Ragionamento al quale subentra la rabbia degli utenti che vogliono farla pagare al cantante, manco avesse menato qualcuno. Ovviamente Levine ha chiesto scusa pubblicamente, come se fosse un Capo di Stato:

«Si stanno dicendo molte cose su di me in questo momento e voglio chiarire. Ho parlato in modo pessimo a persone diverse da mia moglie». Negando la relazione, ha aggiunto: «Non ho avuto una relazione, tuttavia ho superato il limite durante un periodo difficile della mia vita. In alcuni casi mi sono comportato in modo inappropriato; ho affrontato la questione e ho preso misure per rimediare con la mia famiglia. Mia moglie e la mia famiglia sono tutto ciò che mi interessa al mondo. Essere così ingenuo e stupido da mettere a rischio l’unica cosa che conta davvero è stato l’errore più grande che potessi mai fare». Ha poi continuato: «Non lo farò mai più. Mi assumo la piena responsabilità. Lo supereremo. E lo supereremo insieme».

Scuse che non sono bastate a fermare i gli utenti o la valanga di meme. In tutto questo circo di gente che si sente toccata dalle sue relazioni extraconiugali, nessuno ha comunque pensato all’unica che avrebbe il diritto di dire qualcosa: la moglie. L’unica che avrebbe tutto il diritto di odiarlo. Be’, dopo tutto il casino, i due son stati fotografati insieme, sorridenti, che andavano a prendere i figli a scuola. Persa un’altra occasione di farci i cazzi nostri.

Altre notizie su:  Adam Levine opinione