5 artisti latin pop da tenere d’occhio nel 2023 | Rolling Stone Italia
Emergenti

5 artisti latin pop da tenere d’occhio nel 2023

Dalla star del dembow Angel Dior al rapper Dillom passando per l’italo-dominicana Yendry, ecco i nomi su cui puntare nei vari stili d'origine latino-americana

Yendry

Foto: Christopher Polk/Getty Images

Il 2022 è stato un altro grande anno per l’industria musicale latina negli Stati Uniti, con una crescita di fatturato del 35%, stando alla RIAA. È una crescita non accenna a diminuire, visto che artisti come Bad Bunny e Karol G continuano ad arrivare in vetta alle classifiche e a fare enormi tour sold out e ci sono molte star emergenti che li tallonano, pronte a spingersi “oltre” con la loro musica.

Il 2022 è stato l’anno del boom di parecchi artisti latini provenienti sia dal Sud America e figli della diaspora. Personaggi intransigenti e sfacciatamente onesti come Tokischa e Villano Antillano hanno riscosso un grandissimo successo, mentre rapper come Blessd e Trueno hanno raccolto consensi grazie a pezzi ispirati al freestyle. Il lavoro raffinato della cantautrice messicana Silvana Estrada ha conquistato la Latin Recording Academy, che le ha assegnato il titolo di migliore nuova artista dell’anno insieme alla cantante cubana novantacinquenne Angela Alvarez. Omar Apollo ha ricevuto una nomination ai Grammy nella stessa categoria dopo l’uscita del brillante Ivory e Sebastián Yatra ha contribuito a rendere virale in ogni angolo del pianeta la musica di Encanto.

Il bacino di talenti cresce a vista d’occhio e ci sono tantissimi nuovi artisti che già si stanno facendo notare nei vari generi latin. Dalla birichina pop Gale al bambino prodigio del dembow Angel Dior, fino al talentuoso gruppo femminile Bella Dose, ecco gli artisti che secondo noi sfonderanno nel 2023.

Gale

Gale è una forza della natura. La cantante portoricana ha attirato l’attenzione dopo avere contribuito come autrice, l’anno scorso, all’album Aguilera. Negli ultimi mesi s’è preparata all’uscita del suo LP. Ha concesso ai fan un’anteprima delle sue sonorità eclettiche e un assaggio dei suoi testi vivaci e ironici con singoli come D Pic, che mette alla berlina in chiave pop-punk chi spedisce dick pics non richieste. (JL)

Angel Dior

Il dembow è il verbo e Angel Dior lo predica. Hit virali come A I O e Zuculento, con versi che levano il respiro e hook che lasciano senza parole, hanno consacrato il dembowsero dominicano come la nuova voce inconfondibile del genere. Se aggiungiamo al mix dei pezzi firmati con pionieri come Chimbala e La Materialista e un invito di Bad Bunny a unirsi al suo show gigantesco a Santo Domingo, ecco che abbiamo una star pronta alla fama mondiale. (RV)

Bella Dose

Il trio R&B delle FLO si è fatto notare per ora nel Regno Unito, ma anche negli Stati Uniti c’è bisogno di un gruppo di ragazze emergente. L’abbiamo trovato: sono le Bella Dose, formate da Melany Rivera, Thais Rodriguez, Brianna Leah e Jenni Hernandez. Nel 2021 il gruppo bilingue ha pubblicato l’album in spagnolo Suelta, con il successo in stile bachata Si me llamas. Nell’anno nuovo dobbiamo aspettarci che le regine di TikTok si riavvicinino alle sonorità pop-rock del successo dello scorso anno Bite e si facciano sexy con canzoni come Talk Too Much. Grazie anche alle loro esibizioni coreografatissime, le Bella Dose hanno ciò che ci vuole per diventare un grande nome del latin pop. (TM)

Dillom

In Sudamerica Dillom è già un re. Questo portento irriverente del rap ha dominato il circuito delle radio e dei festival, in Argentina, fin dall’uscita di Bzrp Music Sessions, Vol. 9, nel 2019, per poi volare verso la stratosfera due anni dopo con la pubblicazione dell’album Post Mortem. In primavera, l’enfant terrible del collettivo Rip Gang finalmente si spingerà a nord, con la partecipazione al festival messicano Tecate Pa’l Norte e una gran voglia di dominare il mondo. Tenetelo d’occhio. (RV)

Yendry

Dal 2019 la cantante italo-dominicana Yendry ha iniziato a costruirsi una solida fanbase grazie a una voce ricca, morbida e duttile. Le sue influenze arrivano da ogni parte del mondo e vanno dalle variazioni più decostruite e d’avanguardia del R&B fino al dembow, al reggae, al pop e altro ancora, dimostrando con quanta facilità sappia muoversi da un genere all’altro. Ha passato il 2022 a collaborare con chiunque, da J Balvin a Damian Marley. La sua prossima mossa è l’album a cui lavora da più di un anno. (JL)

Tradotto da Rolling Stone US.

Altre notizie su:  Angel Dior Bella Dose Dillom Gale Yendry