La playlist di Varg

L'oscuro signore dell'elettronica scandinava ha messo insieme una bella playlist di brani che lo hanno ispirato per il suo nuovo, oscuro EP con Anna Melina.
AnnaMelina e Varg

AnnaMelina e Varg


«In questa lista ho messo musica di persone che ho conosciuto solo attraverso il suono, gente che ora significa molto per me, più di una semplice ispirazione» ci ha raccontato Varg Rönnberg, oscuro signore dell’elettronica nordica. «Questi artisti ora sono amici, e ovviamente ci ispiriamo a vicenda. La lista potrebbe continuare all’infinito, e così succederà: fare questi incontri è quello che mi permette di continuare a comporre, ad essere creativo.»

Il suo nuovo progetto, Flora, è nato dalla collaborazione con Anna Melina. Due brani in tutto, Isolation e Vallmo che con tutta probabilità sono stati ispirati da quelli qui sotto, messi insieme dallo stesso Varg.

“Penis Corset” Damien Dubrovnik

Loke & Christian sono diventati parte della mia vita in un’istante, abbiamo legato bevendo 15 bottiglie di Moët durante un festival in Svezia. Oggi questi ragazzi sono la mia famiglia, e li ringrazierò sempre per il loro supporto. Love to the whole Posh Isolation Family.

“As They Withdraw [NE53]” Anthony Linell

Ho conosciuto Anthony grazie al nostro comune amore per i graffiti, ed è stato il primo contatto di quella scena musicale. Nessuno ha creduto nella mia musica prima di lui, nessuno credeva nelle mie idee folli. Saremo amici per tutta la vita.

“snöflingor” AnnaMelina

Sono sempre stato un fan del suo lavoro, e quando ha accettato la mia proposta per Gore-Tex City siamo diventati subito amici. Non abbiamo mai mollato da allora, e oggi è la persona che mi è più vicina in assoluto, insieme possiamo fare davvero qualsiasi cosa. Mi sembra di conoscerla da sempre, è una grande ispirazione ed è grazie a lei che sono ancora qui. Moll forever.

“This Forgotten Land” Matti Bye

Matti è entrato nella mia vita in un modo strano: ho sempre ascoltato la sua musica, e un giorno mi ha contattato di punto in bianco, diceva che dovevamo collaborare insieme. La nostra differenza d’età si vede appena, condividiamo lo stesso approccio infantile, ingenuo e folle alla creazione. Lo amo, è un genio e sono super orgoglioso di poter lavorare con lui.

“Hypnotic Congress” Drew McDowall

Ho incontrato Drew subito dopo un mio concerto a New York, durante un rave. Lui è un 57enne piuttosto sobrio, e mi ha preso da parte alle 7 del mattino per dirmi quanto gli fosse piaciuto il mio set. Nessuno porta più gioia di Drew nella scena, e non saprei contare le persone che sono andate avanti solo grazie a lui. Ha un’anima meravigliosa, ed è un musicista pazzesco.

“Bumpy Road” Destruction Unit

Ho girato il mondo in tour con questi ragazzi: dormivamo su pavimenti di cemento e mangiavamo panini rubati in qualche autogrill. Nessuno è determinato come i ragazzi di questa gang. Si meritano soldi, erba e libertà, tutto quello che vogliono. Sono la mia famiglia americana, e sono sicuro che gli chiederò di suonare al mio matrimonio, magari saranno tutti miei testimoni. Sono legati all’Ascetic House, un’etichetta piena di brava gente.